PARCHEGGIO PIAZZA MATTEOTTINon ci sono differenze tra gli abbonamenti scolastici urbani ed extraurbani

(UNWEB) Assisi. Con la riapertura delle scuole l’amministrazione comunale ricorda, in linea con i provvedimenti adottati l’anno scorso, una serie di iniziative relative ai parcheggi e ai trasporti per studenti e familiari ma anche per tutti i cittadini.

La prima è finalizzata ad agevolare l’utilizzo dei parcheggi di Assisi. E’ stata confermata la GRATUITA’ della sosta per i primi 20 minuti a tutti coloro che parcheggiano a Piazza Matteotti. Una misura questa per favorire chi accompagna i bambini e i ragazzi a scuola e in genere per tutti i cittadini o visitatori che necessitano di una permanenza limitata. Per usufruire dell’agevolazione non bisogna andare in cassa ma recarsi direttamente all’uscita e vidimare il ticket preso all’entrata.

La seconda: è estesa a tutto l’anno la tariffa a 0,70 euro/ora del parcheggio di Piazza Matteotti per i residenti di tutto il territorio comunale. L’agevolazione già prevista in determinate fasce ora è full time per l’intero anno. Una sorta di flat park per incentivare l’utilizzo del parcheggio a prezzo scontato. Per usufruire della tariffa scontata è semplice: basta che l’automobilista mostri alla cassa un documento di identità attestante la residenza in Assisi.
Si ricorda inoltre che a causa dei lavori per la messa in sicurezza di via Ponte dei Galli , in via straordinaria, è GRATUITA la sosta nel parcheggio San Giacomo. E’ stato infatti sospeso il pagamento per i residenti, i pendolari e coloro che hanno il permesso per accedere alla Ztl, e tutti i 120 posti auto sono gratuiti per tutti.

La terza iniziativa riguarda gli ABBONAMENTI SCOLASTICI. L’amministrazione comunale, come già fatto per lo scorso anno scolastico, si è accollata la differenza del costo degli abbonamenti scolastici extraurbani parificandoli a quelli urbani. In pratica la scelta della giunta guidata da Stefania Proietti è dettata dalla volontà di eliminare qualsiasi disparità di trattamento economico tra studenti che abitano nel territorio urbano e quelli che risiedono nelle frazioni e solo per questo costretti a pagare di più l’abbonamento per frequentare gli istituti scolastici della città. Quindi, anche quest’anno ai possessori di abbonamento scolastico extraurbano verrà riconosciuto un contributo pari alla quota eccedente il costo dell’abbonamento urbano (238 euro).

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information