PresentazioneSpoletoCittaDeiTempi-6(ASI) Spoleto - é stato illustrato in un'affollata sala conferenze della biblioteca comunale "Giosué Carducci" il progetto "Spoleto, città dei tempi". Più che di un progetto vero e proprio si tratta di un attenta ed approfondita analisi delle potenzialità della città di Spoleto in materia di turismo, ambiente, cultura e risorse umane. "Spoleto, città dei tempi" é stato sviluppato dai componenti della lista civica Due Mondi ed é stato illustrato nell'incontro di Palazzo Mauri dal Consigliere comunale Giampaolo Emili.

Lo stesso Emili ha tenuto a precisare immediatamente che il progetto non deve rimanere di "proprietà" della lista civica che rappresenta ma deve essere di tutti e aperto a chiunque voglia dare il proprio contributo per il bene della città. Il consigliere Emili ha illustrato ai presenti quali sono i principali punti di forza di una città da lui definita "effervescente dal punto di vista culturale" come ad esempio le tante associazioni culturali presenti sul territorio (oltre 140 ndr), i grandi eventi e i gemellaggi internazionali che rendono famoso il nome di Spoleto nel mondo così come le grandi risorse ambientali che il territorio spoletino può vantare.
Successivamente sono stati illustrati i punti di debolezza che la città e l'offerta turistica del comprensorio spoletino hanno, come ad esempio una mancanza di comunicazione adeguata e di conseguenza scarsa visibilità, un insufficienza di promozione della città nei canali internet e l'indebolimento del "marchio" Spoleto. Emili ha sottoposto all'attenzione dei presenti anche la mancanza di adeguati collegamenti con i grandi siti di interesse culturale e religioso dell'Italia centrale (Roma,Firenze,Assisi), la mancanza di collegamenti diretti con l'aeroporto dell'Umbria così come la necessità di potenziare i collegamenti ferroviari ripristinando le numerose fermate soppresse alla stazione di Spoleto. Emili ha inoltre sottolineato la inadeguatezza delle strutture sportive presenti in città per organizzare grandi eventi , la mancanza di collaborazione tra i privati e le istituzioni per la promozione del "prodotto Spoleto" e di conseguenza anche la bassa percentuale di presenze di turisti in città in confronto ad altri siti della regione con offerte minori.
Successivamente si é tornato a parlare dei punti di forza della città e dell'individuazione delle cose che rendono unica Spoleto. Innanzi tutto il Consigliere Emili ha sottolineato la presenza nel territorio spoletino di tutte le epoche storiche, a tal proposito é intervenuto l'architetto Giuliano Macchia presente a Palazzo Mauro Mauri che ha ricordato che Spoleto può vantare antichità risalenti a 700 anni prima della nascita di Cristo. Emili ha ricordato che Spoleto é anche un importante sito di rilevanza religiosa ed ha auspicato una riscoperta della presenza di San Francesco a Spoleto e delle potenzialità turistiche che tale presenza può offrire, così come la valorizzazione del Monteluco importante sito religioso ed ambientale. Ovviamente tra le unicità di Spoleto sono stati citati il Festival dei Due Mondi ed il Teatro Lirico Sperimentale così come i tanti siti teatrali di cui la città dispone.
Una volta analizzati tutti questi aspetti sono stati fissati gli obiettivi del progetto ovvero:
- creare identità precisa della città rendendola il riferimento culturale tra Firenze e Roma
- incrementare flussi turistici
- destagionare i flussi turistici rendendoli omogenei durante tutto l'anno
- ottimizzare gli itinerari turistici del territorio
- creare un entità per coordinare , definire e gestire le attività collegando il settore pubblico ed il privato
- migliorare tutto il sistema ricettivo
- acquisire informazioni per creare un database informatico e web per promuovere Spoleto
Il progetto "Spoleto, città dei tempi" si divide inoltre in quattro aree strategiche:
- arte e cultura
- enogastronomia
- rilassamento e riflessione
- congressi e convegni
Giampaolo Emili, il Consigliere comunale innamorato della sua città, ha concluso il suo interessante intervento dicendo: "l'intenzione è quella di unire le persone per sviluppare un progetto comune per il bene di Spoleto . È il momento di fare un passo in avanti per passare da un piano strategico ad un piano operativo. Per parlare di un piano operativo do appuntamento lunedì 2 marzo alle ore 15:00 a chiunque voglia fare qualcosa per il bene e l'amore di questa città".
L'incontro si é concluso con un interessante scambio di opinioni e di idee tra i rappresentanti della Lista Civica Due Mondi, i cittadini presenti, i rappresentanti delle istituzioni ed i responsabili di associazioni di categoria in materia di turismo.

Fabio Gasparri - Agenzia Stampa Italia

 

PresentazioneSpoletoCittaDeiTempi-1

PresentazioneSpoletoCittaDeiTempi-1

PresentazioneSpoletoCittaDeiTempi-1

PresentazioneSpoletoCittaDeiTempi-1

PresentazioneSpoletoCittaDeiTempi-1

PresentazioneSpoletoCittaDeiTempi-1

PresentazioneSpoletoCittaDeiTempi-1

PresentazioneSpoletoCittaDeiTempi-1

PresentazioneSpoletoCittaDeiTempi-1


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information