estemporanea 1Assessore Lorenzo Pierotti, ieri sera di persona e da stamattina anche telefonicamente in tanti hanno manifestato apprezzamento

(ASI) Corciano. "Fin da questa mattina il centralino del Comune è preso d'assalto dalle chiamate di moltissimi cittadini, ma anche ieri sera, mentre i riflettori si stavano spegnendo, sono stato avvicinato da famiglie intere che si sono complimentate". All'indomani de "La Primavera di Corciano" 2015, impreziosita quest'anno dall' Prima Estemporanea di Pittura e Scultura "Città di Corciano", l'assessore alle attività culturali Lorenzo Pierotti oltre a sentirsi orgoglioso è ancora più motivato a perseguire il suo 'modello' di eventi: costruiti dal basso, attenti alla valorizzazione territoriale e capaci di veicolare energie positive attingendo anche al passato. La tradizione delle estemporanee, infatti, fu avviata da Palmiero Bruscia, ex sindaco, negli Anni Ottanta, ma quella ripresa nel XXI Secolo, dall'1 al 3 maggio, ha portato come valore aggiunto un felice mix con l'artigianato artistico, che nella giornata di sabato ha occupato con proposte innovative e di qualità la Piazza Grande antistante la sede municipale, la scultura e, soprattutto l'esclusività delle realizzazioni. "Le opere messe a concorso – aggiunge Pierotti – sono state concepite e prodotte respirando le atmosfere del borgo, scegliendo prima gli scorsi più suggestivi, così da connotare al massimo la manifestazione". I pittori e gli scultori, giunti da varie regioni italiane dal Nord al Sud, pur avendo con sé opere realizzate in studio, per delle mini-personali a cornice del loro lavoro en plein air, hanno prodotto nel corso delle 3 giornate lavori esclusivi, sottoposti al vaglio delle commissioni giudicatrici. Oltre alle sculture, sono state intorno alle 100 le tele tematiche dipinte, che per una estemporanea all'esordio è sicuramente un risultato prestigioso. "Tutto ciò è molto incoraggiante per il futuro – commenta ancora Pierotti - per questo mi sento di ringraziare coloro che hanno reso possibile l'iniziativa, da Stefania Natalicchi, coordinatrice de 'La Bottega del Pittore', che ha creduto nella validità della formula, agli uffici del Comune ed alle professionalità ad esso collegate per il supporto organizzativo, ai protagonisti della 3 giorni. Sono i partecipanti ad avere speso 'sul campo' lavoro e tempo, con entusiasmo ed una reale capacità di rapportarsi con il pubblico, numeroso per tutto l'evento con picchi nella giornata inaugurale e conclusiva davvero apprezzabili. Ho molto apprezzato – conclude Pierotti – anche la disponibilità con la quale molti pittori, non risultati tra i prescelti, hanno lasciato il loro quadro 'in eredità' al Comune. Tutto ciò infonde ancora più entusiasmo e voglia di riorganizzare per il futuro".
Intanto, fino al 2 giugno, nella Chiesa Museo San Francesco prosegue la Mostra 'Cromie d'Autore' del Gruppo ArtPerugia.

Foto: La Primavera di Corciano - atmosfere

estemporanea 2

estemporanea 3

estemporanea 5

estemporanea0


Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information