silvia mezzanotte (UNWEB) Corciano. Il Corciano Festival entra nel vivo con due degli appuntamenti più attesi dell’edizione 2017.


Alle 18.30 nel Chiostro del Palazzo Comunale, Fantozzi! Dai libri al cinema, dal cinema all’immaginario collettivo di una nazione, l’omaggio del Festival a Paolo Villaggio. L’attore genovese, appena scomparso all’età di 84 anni, sarà al centro di un dibattito al quale parteciperanno l’autore Enrico Vaime e lo scrittore bolognese Gianluca Morozzi. L’incontro sarà l’occasione per indagare il rapporto tra il Villaggio scrittore e il Villaggio icona cinematografica: dai romanzi di Fantozzi ai film, fino all’irruzione nell’immaginario collettivo di un’intera nazione. (In caso di maltempo l’evento si terrà nella la Sala del Consiglio Comunale).

In Piazza Coragino alle 21.30, l’artista Silvia Mezzanotte sarà la protagonista del concerto “Regine”, in cui porta in scena le grandi voci della musica italiana e internazionale. Con lei sul palco la Corciano Festival Orchestra diretta da Andrea Franceschelli e da Alessandro Celardi. Un vero e proprio viaggio a 360° che spazia da Mina a Mia Martini, da Alice a Giuni Russo, rivisitando in chiave pop-rock grandi classici di Nina Simone, Gloria Gaynor e molte altre.
“Gli artisti non amano raccontare le loro fragilità -confida Silvia Mezzanotte- ‘Regine’, invece, nasce dalla voglia di condividere il mio viaggio artistico e umano: la timidezza innata che ha accompagnato la mia infanzia, la mia ferrea volontà di cantare che si è scontrata con un forte senso di inadeguatezza nell'affrontare la vita. La musica mi ha salvata, l'ascolto delle più grandi voci femminili che già da bambina erano parte della mia esistenza mi ha aperto nuovi spiragli sul mondo. Per questo ‘Regine’ rappresenta più di ogni altra cosa il percorso che mi ha permesso di trasformare le mie debolezze nella mia forza".
Ecco allora che brani celeberrimi di Mina, Ornella Vanoni, Anna Oxa, Patty Pravo, si spogliano della loro classicità per entrare a pieno titolo nella modernità di nuovi arrangiamenti, oppure rinascono in una sorprendente versione tradotta in una lingua diversa dall'originale. Mentre alcune perle più intime e raccolte del repertorio di Mimì o Giuni Russo si vestono di nuova popolarità, viaggiando in parallelo con le voci che hanno segnato la scena internazionale come Annie Lennox, Kate Bush, Noa e molte altre. (In caso di maltempo il concerto si terrà al Teatro della Filarmonica).

Le mostre del Corciano Festival - Fino all’8 ottobre nella Chiesa-Museo di San Francesco “Lauda Decem et Pastorem. Fulvio della Corgna Principe della Chiesa e Signore di Perugia” a cura di Tiziana Biganti, Isabella Farinelli, Alessandra Tiroli, con la collaborazione di Mons. Fausto Sciurpa e Alberto Maria Sartore. Nelle Sale dell’Antico Mulino
del Palazzo Comunale “STIGMĂTA
- La tradizione del tatuaggio in Italia” a cura di Luisa Gnecchi Ruscone
e Associazione Stigmăta,
in collaborazione con
il Museo di Antropologia Criminale “Cesare Lombroso” Università di Torino e con il Museo Archeologico dell’Alto Adige, vistabile fino a domenica 20 agosto. E ancora, nelle Sale del Chiostro
del Palazzo Comunale la Mostra-mercato
”Corciano Festival incontra i Presidi Slow Food e le eccellenze dell’Umbria” a cura di
Associazione Turistica
Pro Loco Corciano, Slow Food condotta del Trasimeno,
GAL Media Valle del Tevere. Orario apertura mostre: dal 5 al 20 agosto, giorni feriali dalle h 17 alle 23; festivi e prefestivi dalle h 10 alle 13 e dalle h 17 alle 23.


Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information