UE DeepPurple TeatroCorciano.wDomenica 30 Settembre, ore 18, Teatro della Filarmonica, Corciano (PG)

(UMWEB) Corciano. Deep Purple: intensamente (dedicato alla) Viola il Concerto di chiusura della VI° edizione del Festival letterario “Isola del Libro Trasimeno” di cui UmbriaEnsemble è da sempre partner artistico. Con questo singolare omaggio alla madre di tutti gli strumenti ad arco, infatti, gli artisti umbri intendono salutare il proprio pubblico e quello della kermesse letteraria nel segno della tradizione e della modernità, cifre stilistiche che fanno vibrare all’unisono, sulla stessa corda ispiratrice, l’indirizzo artistico di UmbriaEnsemble e quello culturale del Festival “Isola del Libro”, che da sei anni anima da Giugno a Settembre il comprensorio del Trasimeno tra “Café” letterari, presentazioni di libri, dibattiti, spettacoli e cultura nel senso più ampio e fertile della parola.

Viola colore della spiritualità e dell’aristocrazia: una singolare assonanza fonetica (ma non semantica!) unisce il colore al suono, valorizzandone nella pur autonoma versione musicale la valenza spirituale e nobile nell’unicità del timbro. Un timbro che dal Rinascimento ad oggi ha ispirato capolavori musicali e parlato al cuore di regnanti e comuni mortali, esprimendosi nelle sue più variegate sfumature: dal suono argentino del violino, a quello più profondo e caldo del violoncello. Già, perché è proprio dalla comune “madre viola”, e dalla quella straordinaria fioritura che per almeno due secoli – dal Cinquecento al Settecento – ha prodotto una ricchezza straordinaria di strumenti musicali, molti dei quali oggi scomparsi, che nascono tutti gli strumenti della famiglia degli Archi.

Alla viola, dunque, ed ai suoi più stretti familiari, il violino, l’attuale viola ed il violoncello, gli artisti di UmbriaEnsemble (Luca Ranieri, viola; M. Cecilia Berioli, violoncello; Cecilia Rossi, violino; Yoshie Ooka, viola) Domenica 30 Settembre - con inizio dalle ore 18, presso il bel Teatro della Filarmonica a Corciano - dedicano “Deep Purple”, Concerto con un repertorio musicale che ruota, appunto, tutto intorno alla viola. Si inizia con un Canone di Gabrielli che gioca sull’illusione acustica dello scambio tra tessiture e timbri, per continuare con i duetti per due viole di Stamitz e con quelli per violino e viola di Mozart, fino ai virtuosistici cimenti dalla Passacaglia di Halvorsen per lo stesso organico; a conclusione, infine, l’op.V n° 12, “La Follia”, tema e variazioni di Corelli nella versione per viola e violoncello che sintetizza, nel variegato itinerario delle ventiquattro variazioni, archetipi espressivi che parlano al di là del tempo.

Un tempo coniugato anche al presente con una piccola sorpresa: un fuori programma che i presenti potranno godere a fine Concerto e che – simbolicamente – paga il pegno alla ben nota rock band inglese dei “Deep Purple”.


Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information