IMG 2789Una monografia pubblicata in occasione del novantesimo anniversario del brand Made in Italy

(UMWEB) Perugia,  “Oggi raccontiamo novant’anni di stile, una storia di un ‘impresa che ha contribuito a diffondere il made in italy nel mondo. Luisa Spagnoli è stata una promotrice di Perugia, dell’Umbria e della moda italiana così come la Stranieri lo è stata della cultura italiana: due storie e due realtà che hanno contribuito a promuovere e internazionalizzare questo territorio”. Così la rettrice, la prof.ssa Giuliana Grego Bolli ha introdotto la presentazione del libro della maison di moda Luisa Spagnoli a palazzo Gallenga dell’Università per Stranieri di Perugia. Insieme alla rettrice c’erano Nicoletta Spagnoli, presidente e amministratore delegato “Luisa Spagnoli”, Sofia Gnoli, autrice del libro e Alessandro Campi, docente di Scienze Politiche all’Università degli Studi di Perugia.
“Negli anni Venti – ha ricordato Nicoletta Spagnoli - quando la mia bisnonna Luisa Spagnoli iniziò a produrre i suoi primi maglioni di lana d’angora. Oltre a essere stata tra i fondatori della Perugina, al principio degli anni Venti, tra un consiglio di amministrazione e la realizzazione di un nuovo cioccolatino, Luisa prese ad allevare conigli d’angora. Comincia così, quasi per caso, la storia di un’azienda che, in novant’anni di storia, si è trasformata in un simbolo dello stile italiano”
Per la curatrice del libro Sofia Gnoli “Siamo davanti ad una storia familiare che rispecchia il coraggio, l’ingegno, e la creatività che saranno poi alla base del futuro stile italiano. Un racconto – ha aggiunto – che, pur risalendo ufficialmente a novant’anni fa con le prime creazioni di lana d’angora, ha più di un secolo e comincia con Luisa Spagnoli. Una signora che, senza saperlo, fu la scintilla che diede vita ad un complesso industriale molto importante e unico al mondo”.
Il libro, edito dalla Rizzoli, e curato da Sofia Gnoli, giornalista e storica della moda alla Sapienza, Università di Roma, racconta l’evoluzione della moda italiana attraverso le vicende del brand Luisa Spagnoli. La monografia viene pubblicata in occasione del novantesimo anniversario del brand. Un volume, come più volte è stato ricordato ricco di fotografie, e di disegni emersi dagli archivi dell’azienda, opera di giornaliste come Irene Brin e Camilla Cederna, disegnatori come René Gruau o Brunetta, e di artisti e fotografi come Achille Perilli, Johnny Moncada, Elsa Haertter e Franco Rubartelli. Nel corso di quasi un secolo, i capi Luisa Spagnoli sono stati indossati da attrici, modelle e celebrities: da Sophia Loren a Esther Williams, da Veruschka alla duchessa di Cambridge Kate Middleton.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information