apparatimilitari(UMWEB) Spello. Il Centro di Ricerca d'Ateneo "Accademia Romanistica Costantiniana" ha organizzato, in collaborazione con l'Associazione storico-giuridica Costantiniana, il XXIV convegno internazionale sul tema "Militia inermis e militia armata. Apparati civili e militari nella tarda antichità"; si terrà a Spello (Pg), nell’Antico Palazzo Civico (piazza della Repubblica) dal 27 al 29 giugno 2019.

I lavori prenderanno il via giovedì 27 giugno, alle ore 15.30, nella Sala del Rescritto, aperti dagli indirizzi di saluto delle autorità.

Seguiranno le comunicazioni di Jean-Michel Carrié (Paris EHESS) e Pierfrancesco Porena (Roma Tre) su “La nuova articolazione del potere tardoimperiale: lo strumento amministrativo civile e il dispositivo militare”; Andrea Lovato (Bari) – “Nostrum gubernantes imperium”. Sull’organizzazione amministrativa dell’impero romano in epoca tarda; Carlo Lanza (Campania Vanvitelli) - “Chi fa che cosa” - “Chi risponde a chi” e l’amministrare nella tarda antichità; Franco Amarelli (Napoli Federico II) - Spunti per uno studio dell’obiezione di coscienza nella tarda antichità.

I lavori continueranno il giorno successivo e si concluderanno nella mattinata di sabato 29 giugno 2019

 

Le giornate congressuali saranno precedute da un'altra iniziativa, destinata a giovani studiosi, "I Seminari Giuliano Crifò", per anni presidente e anima dell’Accademia Romanistica Costantiniana, giunti al II ciclo, a cura di Mariagrazia Bianchini e Carlo Lanza.

Il primo si terrà mercoledì 26 giugno 2019, ore 15, a Spello, nell’antico palazzo civico e avrà per tema “Filologia e studio storico del diritto”.

Introduce e presiede Carlo Lanza. Comunicazioni: Paolo Mari - Introduzione alla filologia;

Aurelio Cernigliaro - Tracce di un criterio-rete ordinante dopo Tessalonica; Discussione

Il secondo è in calendario giovedì 27 giugno 2019, ore 9 e avrà per tema “Attività della giurisprudenza tardoantica”

Introduce e presiede Mariagrazia Bianchini. Comunicazioni: Gisella Bassanelli Sommariva - La giurisprudenza nel quadro delle fonti tra III e IV secolo; Mario Varvaro - I Fragmenta Vaticana a due secoli dalla riscoperta; Giorgio Barone Adesi - Rapporti fra Romanae leges e Lex Dei; Discussione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information