Claudio Rocchi 2(UNWEB) - CASTIGLIONE DEL LAGO - Conferenza stampa di presentazione questa mattina per il Festival di Musica Classica di Castiglione del Lago, giunto alla quindicesima edizione, che si svolgerà dal 17 agosto al 3 settembre a Palazzo della Corgna. «Sedici anni fa, durante il periodo natalizio - ha ricordato la Direttrice Artistica Marzia Crispolti Zacchia - mi venne l'idea di approfittare della visita nella mia casa di Casamaggiore di alcuni musicisti per organizzare un concerto nelle sale della Biblioteca di Castiglione del Lago. Il concerto ebbe un grandissimo successo per cui parlandone con il sindaco di allora Valter Carloia decidemmo di iniziare una vera avventura a partire dall’estate del 2005».


Alla presentazione di oggi hanno partecipato insieme alla marchesa Crispolti Zacchia il sindaco di Castiglione del Lago Matteo Burico e tre artisti che parteciperanno alla manifestazione: l’attrice Anna Maria Ackermann, il pianista tifernate Alessandro Bistarelli e il soprano coreano Myung Jae Kho, da tanti anni cittadina castiglionese. «Un festival in continua crescita che porta cultura di alto livello a Castiglione del Lago - ha dichiarato il sindaco Burico -. Questa Amministrazione ha avuto la fortuna di ereditare dalle precedenti lo splendido Festival di Musica Classica ed è un grande onore essere qui nella doppia veste di sindaco e assessore alla cultura. Abbiamo bisogno di musica per portare “benzina” alla nostra crescita sociale ed economica, per un centro che è sempre più riferimento per un vasto territorio in Umbria e nelle regioni vicine. Voglio sottolineare anche la bellissima tradizione di portare l’ultimo spettacolo fuori da Palazzo della Corgna, nella significativa cornice di Villa Nazarena a Pozzuolo: questo riveste un grande significato per noi. Ringrazio Marzia Crispolti Zacchia per la grande passione, la competenza e per l’amore verso la sua terra d’origine. Abbiamo voglia di far crescere ancora il Festival».
«La scelta musicale di quest'anno è stata fatta anche in base a quell'apertura di 15 anni fa, con gli stessi interpreti: il maestro pianista concertista Adalberto Maria Riva, il maestro Stefano Ragni, il soprano Myung Jae Kho, il Duo Gazzana, pianoforte e violino, il maestro, flautista e direttore d'orchestra Christian Delafontaine e l'attrice Anna Maria Ackermann. Si cominciò il festival con 5 concerti, mentre quest’anno abbiamo 10 appuntamenti: gli anni sono passati e, grazie all'accoglienza e alla collaborazione dei sindaci e degli assessori alla cultura che si sono succeduti, la manifestazione è cresciuta e oggi siamo conosciuti e abbiamo il costante interesse dei media. Diversi turisti stranieri tra cui belgi e inglesi hanno scelto di ritornare a Castiglione del Lago grazie a questo festival: ogni anno ne ho direttamente la loro conferma alla fine del festival. Quest'anno, considerandolo come celebrativo, ho fatto una scelta che spazia tra il classico, il lirico ed il moderno. Il Trio Sofia ci porterà nel mondo del cinema con l'esecuzione dei brani più conosciuti di film celeberrimi. Avremo il maestro Riva che “sfiderà” al pianoforte il maestro Massimiliano Genet in una grande e simpaticissima competizione che era molto di moda nel passato. Sentiremo un quartetto di saxofoni che ci stupirà per il loro talento. La lirica ci farà sognare grazie a questo bellissimo repertorio e alle grandi voci. La chiusura sarà caratterizzata dalla presenza del nostro talentuoso Quartetto Ascanio, proveniente dalla Scuola di Musica del Trasimeno. Poi ritroverete i grandi nomi a noi cari: il maestro pianista George Lopez, il duo Gazzana, i pianisti Alessandro Bistarelli e Sebastiano Brusco, il maestro Alberto Nones che quest'anno ci farà scoprire una voce straordinaria: quella di Nunzia Santodirocco e ritroveremo la grande Anna Maria Ackermann di sempre.
Il Festival inizia sabato 17 agosto nella Sala del Teatro di Palazzo della Corgna alle 21:30 con “Omaggio alla grande opera italiana alla corte dei Della Corgna” con il soprano Monica Collona, il tenore Claudio Rocchi, il basso Mauro Corna e il maestro Stefano Ragni al pianoforte. I quattro artisti proporranno un programma dedicato alle opere di Giuseppe Verdi con arie tratte dal “Don Carlo” e da “Ernani”. Dal “Don Carlo” eseguiranno “Fontainebleau! Foresta immensa e solitaria”; “Ella giammai m’amò”, “Giustizia o sire”; “Tu che le vanità”; da “Ernani” “Come rugiada al cespite”, “Surta è la notte”, “Che mai vegg’io” e “Solingo, errante e misero”.

Stefano Ragni 1

Festival Musica Classica 2019 Locandina

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information