popolazioneumbria(ASI) Un appuntamento da non perdere con la demografia e con la storia locale. Lo danno per venerdì 12 la Fondazione Ranieri di Sorbello e l’Università degli Studi di Perugia – Dipartimento di Eccellenza Scienze Politiche.

A Perugia, alle  ore 17.30, al Palazzo Sorbello, in Piazza Piccinino 9, verrà presentato il volume di Odoardo Bussini  La popolazione dell’Umbria nei secoli XVII-XIX, edito da Morlacchi. L’autore, già ordinario di Demografia alla Facoltà e Dipartimento di Scienze Politiche del capoluogo umbro, presenta la sua ultima fatica che ricostruisce l’evoluzione della popolazione dell’Umbra nei confini attuali fino alle soglie del 1900. Un’analisi dei meccanismi demografici dei secoli passati che ne evidenzia la differenza rispetto a quelli attuali. La scelta dell’autore, stante la difficoltà di avere un’adeguata copertura dell’insieme regionale, è stata quella di restringere l’obiettivo su un’area più confinata, quella della Diocesi di Perugia, per la quale i dati disponibili sono più abbondanti e le fonti ecclesiastiche certe. Un’area comunque consistente, che al censimento pontificio del 1853 comprendeva oltre il 36% della popolazione della Provincia e presentava struttura economica e contesto ambientale simili a quelli di altre zone dell’Umbria. L’analisi di Bussini studia, oltreché l’andamento della suddivisione della popolazione tra città e contado,  la crescita della popolazione -dopo un lungo periodo di staticità dal Cinquecento fino a tutto il Settecento-  soprattutto a partire dagli anni venti del 1800 e, poi, il graduale aumento fino al 1921 quando la popolazione dell’Umbria, nonostante le perdite migratorie, supera i 650 mila abitanti. Se quella demografica è una chiave spesso utilizzata per studiare la storia locale, sociale ed economica,   il volume  di Bussini, che ha spesso orientato i suoi interessi di ricercatore sull’evoluzione delle popolazioni nel lungo periodo e sui meccanismi differenziali di sviluppo, si segnala come riferimento scientifico basilare per chi vorrà cimentarsi con la storia dell’Umbria del Settecento e Ottocento.  L’incontro sarà coordinato da Mario Tosti dell’Università di Perugia e prevede, alla presenza dell’Autore, i saluti di Ruggero Ranieri, presidente della Fondazione Ranieri di Sorbello e di Ambrogio Santambrogio, del Dipartimento di Scienze Politiche di UNIPG. Seguirà  l’intervento di Lorenzo Del Panta, già professore ordinario di Demografia dell’Università di Bologna.

 

popoloumbria

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information