carretti2Da sabato pomeriggio una settimana di eventi tra rievocazioni storiche e divertimento. Domenica 7 il “Lancio della sfida” tra i rioni


(ASI) Paciano, – Con la "Corsa dei carretti junior" si apre sabato 6 il “Millennium”, la settimana di appuntamenti ed eventi che caratterizza il ferragosto pacianese. Con un percorso adattato ai più piccoli, la “corsa dei carretti junior” nasce con l'intenzione di strutturare un vero e proprio campo didattico volto alla creazione di una sorta di vivaio di futuri piloti per la manifestazione degli adulti che si disputa tradizionalmente il 14 agosto. Scendendo attraverso un percorso semplificato, i giovani carrettisti sono guidati dai ragazzi della “Congrega” (storici organizzatori e piloti della gara tra adulti) e strettamente controllati dai genitori. Con queste dovute precauzioni, i ragazzi hanno l'occasione di approcciarsi alla disciplina, sperimentando le prime adrenaliniche discese. La corsa junior vede protagonisti minori sotto i 14 anni, che fin dalla mattina di sabato sono coinvolti nell’allestimento della manifestazione. L’appuntamento è alle 10 in Piazza Santa Maria con il laboratorio di autocostruzione di carretti, a cui i partecipanti devono arrivare muniti di assi, cuscinetti e buona volontà. La gara invece si disputa alle ore 17. La tradizionale iniziativa si arricchisce quest’anno della collaborazione anche dell'Istituto scolastico Panicale Paciano Tavernelle, in particolare della scuola secondaria di primo grado di Paciano. Domenica 7 agosto alle 21.00, invece sarà la volta del “Lancio della sfida”. 120 figuranti, con ospiti speciali tamburini e sputafuoco sfileranno in costumi tipici, dando vita ad un corteo storico che farà da cornice al "lancio della sfida" tra i tre rioni: Faldo, Fonti e Spaccacerro. Le squadre si sfideranno nella centrale Piazza Santa Maria, nella gara dell'albero della cuccagna. Gli abiti dei figuranti sono stati realizzati da esperte sarte, ricamatrici, tagliatrici, rammendatrici e artigiane tessili che, nei mesi scorsi, a Palazzo Baldeschi hanno messo a disposizione volontariamente le loro competenze per realizzare costumi d’epoca ispirati ai personaggi storici di Paciano: Matilde di Canossa, il Maestro di Paciano le cui opere sono conservate alla Galleria Nazionale dell'Umbria, Frate Winter, Don Francesco Sacchini, Cardinal Cennini i cui palazzi ancora oggi sono prestigiosi patrimoni culturali del centro storico, colonnello Conte Giovan Battista della Staffa e Marchesa Camilla Cennini, Contessa Anna della Steffa e Eleonora Cennini.

carretti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information