IMG 20180913 114144(UMWEB) – Perugia – “Un’iniziativa culturale e sociale che mette in luce tematiche legate alla diversità che, spesso, anche per paura, tendiamo a non affrontare e a nascondere in una zona d’ombra”: lo ha detto l’assessore regionale alla Salute, Coesione sociale e Welfare, Luca Barberini, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione di PerSo – Perugia Social Film Festival, che si è tenuta stamani a Perugia alla presenza del presidente del Festival, Giovanni Piperno, del direttore organizzativo, Marco Casodi, del presidente della Fondazione La Città del Sole Onlus, Stefano Rulli, dell’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Perugia, Edi Cicchi.


“La legge 180, ormai 40 anni fa, – ha detto l’assessore - ha fatto uscire dal buio molte realtà, inaugurando una stagione di rinnovamento della vita pubblica e di riforme importanti che in Umbria, aveva già preso il via nel 1965 attraverso quel processo di autoriforma che porterà all’abbattimento dei muri del manicomio, alla successiva chiusura definitiva dell’ospedale psichiatrico, alla costruzione di percorsi di salute mentale che attraverseranno non solo i servizi sanitari, ma anche la scuola, la fabbrica e gli altri luoghi di lavoro. Nonostante gli attacchi alla legge 180 e le minacce di controriforma psichiatrica spesso fatte passare per critiche alla legge, - ha ricordato - la Regione Umbria ha sempre risposto riaffermando la validità della rete di salute mentale che si era costruita e rafforzata nel tempo, arricchendosi di nuove possibilità operative”.
Proseguendo nel suo intervento l’assessore ha annunciato che la Regione nella ricorrenza del quarantennale della legge che ha portato allo smantellamento dei manicomi, “non vuole limitarsi all’organizzazione di eventi celebrativi, quanto piuttosto a stimolare una riflessione sul percorso fatto e su quello ancora da fare, con un focus particolare sull’applicazione della legge 180 e sull’attualità dei suoi valori di riferimento, nonché sulle sue prospettive evolutive”.
“Va in questa direzione – ha aggiunto - la partecipazione e la collaborazione, per il quinto anno consecutivo, della Regione Umbria, al PerSo social festival che rappresenta un appuntamento annuale che, in questa edizione, assume un significato ancora più importante, visto che si festeggia l’entrata in vigore di una legge di assoluta civiltà introdotta, insieme ad altri pilastri giuridici, da legislatori lungimiranti e di grande capacità, che hanno rimesso in moto il paese. Penso che sarebbe opportuno recuperare quello spirito e quelle capacità – ha proseguito Barberini – per dare un nuovo impulso alla nostra società anche attraverso la valorizzazione delle realtà associative”.
“A tal fine, fino a gennaio 2019 abbiamo predisposto una serie di iniziative che prevedono l’attivazione di laboratori con la partecipazione di Centri giovanili e realtà associative e scolastiche nelle città di Perugia, Terni e Foligno. Inoltre in programma c’è anche un lavoro dedicato al recupero e alla riorganizzazione del materiale documentale e fotografico della grande stagione di cambiamento determinata dalla legge Basaglia. L’obiettivo è quello di recuperare il senso e la prospettiva clinica, storica e politica di quel periodo svolgendo, al tempo stesso attraverso una parte convegnistica, un’analisi critica del significato odierno di quei principi e modelli ispiratori”.


Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information