ternana venezia umbria notizie web(ASI) Terni – Al Liberati finisce 2-3, la sfida tra la Ternana Unicusano e il Venezia allenato da Inzaghi, le Fere subiscono la terza sconfitta consecutiva e scendono al penultimo posto in classifica.


Presenti allo stadio entrambi i presidenti delle rispettive squadre; Stefano Bandecchi per la Ternana e Joe Tacopina per il Venezia.
Ennesimo cambio di modulo per Pochesci che si presenta in campo con il 4-2-3-1 con Carretta, Tremolada e Tiscione alle spalle dell’unica punta Finotto. Negli ospiti spazio a Pinato, inserito l posto di Suciu.
Avvio inguardabile delle fere che al secondo minuto subiscono subito il gol del vantaggio veneziano. Incursione sulla destra di Zampano, palla in mezzo e tap-in vincente di Zigoni.
La risposta della Ternana arriva tre minuti più tardi con Defendi che calcia al volo dai 30 metri, il tiro è centrale e Audero non ha alcun problema.
La Ternana appare molto lenta nei fraseggi e poco abile nel possesso palla, il Venezia ben disposto in campo subisce ben poco e infatti al 20’ la squadra di Inzaghi va vicina al raddoppio. Cross di Zampano per la sponda di testa di Moreo che serve Del Grosso ma Plizzari è abile e manda la palla in calcio d’angolo.
Al 30’ occasione Ternana: Tremolada lancia Carretta che viene atterrato in area da Domizzi. Per il Direttore di Gara Di Martino non è rigore.
Al 35’ però è ancora il venezia a mettere i brividi alla retroguardia rossoverde, Zampano affonda sulla destra e serve Zigoni che di testa va vicino al raddoppio.
Finisce il primo tempo con il risultato di 0-1.
Nel secondo tempo doppio cambio per la Ternana. Fuori Favalli e Tremolada, dentro Varone e Albadoro, con la Ternana che passa alla difesa a tre.
Al 12’ arriva però il raddoppio del Venezia su un grave errore difensivo della Ternana che Moreo sfrutta alla perfezione con un tiro deviato da Plizzari, la palla termina prima sul palo e poi nuovamente su Plizzari per l'autogol.
Al 18’ ci prova Defendi che controlla e tira dai 30 metri. Audero non ha problemi e blocca in due tempi.
Al 21’ primo cambio del Venezia. Fuori Pinato, dentro Suciu.
Per la Ternana al 26’ terzo ed ultimo cambio fuori Finotto, dentro Montalto.
Nei minuti finali succede l’imprevedibile. All’83’ arriva il gol della Ternana con il neo entrato Montalto che batte Audero da posizione ravvicinata. Un minuto più tardi la Ternana pareggia i conti con un tiro rasoterra di Varone.
Il Liberati è in festa, la Ternana nell’arco di due minuti pareggia e sfrutta le disattenzioni della squadra di Inzaghi che per 80 minuti è stata perfetta in fase difensiva.
Al 92’ si spengono però le speranze dei tifosi rossoverdi perché proprio a 2 minuti dal termine arriva l’ennesima disattenzione difensiva su calcio d’angolo del Venezia, Domizzi svetta in area e sancisce la vittoria della squadra di Inzaghi.

Le dichiarazioni di Sandro Pochesci, allenatore della Ternana Unicusano al termine della partita.

"Sono molto deluso per un partita che in 10 minuti ci ha portato a pareggiare con grande entusiasmo. Non abbiamo ancora quella furbizia di resistere due minuti. Loro hanno fatto il terzo gol come hanno fatto ad Avellino. La squadra era reduce da due sconfitte consecutive, non possiamo prendere subito gol, il secondo gol preso è clamoroso. Nel calcio contano i risultati e credo che sia una sconfitta che pesa molto più di quella di sabato. Sul 2-2 siamo ripartiti 4 contro 2. Questa squadra non deve pensare ma deve giocare sull'entusiasmo. Abbiamo delle lacune e dobbiamo migliorare, prendiamo troppi gol, dobbiamo recuperare l'entusiasmo. Il Venezia è una grande squadra ma sui gol abbiamo fatto ancora degli errori. Non mi arrendo perché questa squadra deve giocare come dico io”.

Le dichiarazioni di Filippo Inzaghi, allenatore del Venezia al termine della partita.
“Questo è il calcio sarebbe stato un peccato non vincere.Giocare a Terni non è mai facile per nessuno abbiamo fatto bene ma abbiamo avuto due contropiedi, la serie B è cosi, se non chiudi la partita rischi. La squadra ha avuto una grande reazione e ha cercato il calcio d’angolo che ci ha fatto vincere la partita. Questa squadra è in costante crescita, non è mai facile andare a giocare a Bari ad Avellino, penso che noi ci stiamo facendo valere soprattutto per noi che siamo una neopromossa, questi ragazzi hanno dimostrato che noi ce la possiamo giocare la serie B, con umiltà e con la voglia di aiutarsi”.

Tabellino:

Ternana U. (4-2-3-1): Plizzari; Vitiello, Gasparetto, Signorini, Favalli (46′ Varone); Paolucci, Defendi (c); Carretta, Tremolada (46′ Albadoro), Tiscione; Finotto (71′ Montalto). A disposizione: Bleve, Valjent, Ferretti, Marino, Zanon, Angiulli, Capitani, Taurino, Candellone.
Allenatore: Sandro Pochesci
Venezia (3-5-2): Audero; Anđelković (76′ Cernuto), Modolo, Domizzi (c); Zampano, Falzerano, Bentivoglio, Pinato (66′ Suciu), Del Grosso; Moreo (85′ Soligo), Zigoni. A disposizione: Vicario, Bruscagin, Fabiano, Gori, Garofalo, Štulac, Signori, Marsura, Mlakar.
Allenatore: Filippo Inzaghi

Arbitro: Antonio Di Martino di Giulianova
Assistenti: Borzomì e Tardino
Quarto ufficiale: Ivan Robilotta

Marcatori: 83′ Montalto, 84′ Varone (TU); 2′ Zigoni, 57′ Plizzari a., 90’+1′ Domizzi (V)

Edoardo Desiderio – Agenzia Stampa Italia


Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information