MBvisual 20171015 193044 7505938- Convincente vittoria 3-0 dei Block Devils contro la Kioene Padova. Tifosi scatenati prima del match, con la passerella della Supercoppa ed il premio Jimmy George ai Sirmaniaci, durante la partita ed alla fine. Muro e battuta girano a mille per la Sir con Atanasijevic versione extralusso. Mercoledì replica con i patavini nei quarti di Coppa Italia con in palio l’accesso alla Final Four -

(UNWEB) PERUGIA – Parte alla grandissima la Superlega per la Sir Safety Conad Perugia che, di fronte ai tremilacinquecento del PalaEvangelisti, tira fuori una prestazione di alto livello e sconfigge 3-0 la Kioene Padova nella prima giornata del massimo campionato di pallavolo maschile.

È festa grande al palazzetto di Pian di Massiano. Festa prima del match con la Supercoppa in bella mostra all’interno del palasport e con il premio “Jimmi George” ai Sirmaniaci come pubblico più corretto della stagione 2016-2017. Festa alla fine con la consueta pacifica invasione di campo della gente perugina ad osannare i propri beniamini travolti dall’affetto della propria gente.

Nel mezzo un match che Perugia ha condotto con autorevolezza per due set trascinata dal servizio (6 punti alla fine di cui 3 di Zaytsev) e dal muro (11 i vincenti con 3 per Zaytsev), da un Atanasijevic (Mvp del match, 16 punti con il 59% in attacco) in grande spolvero e dalla impeccabile regia di De Cecco. Nel terzo set invece è sfida equilibrata con Padova che reagisce sbagliando di meno e trovando in Nelli e Randazzo due importanti terminali offensivi. I ragazzi di Lorenzo Bernardi (che nel frattempo ha inserito Berger ed Anzani per Zaytsev e Podrascanin) però non mollano la presa, pur inseguendo nel punteggio per gran parte della frazione. È sempre Atanasijevic a guidare la rimonta con il punto del sorpasso sul 23-22 e con l’ace del conclusivo 25-22 che manda in visibilio il PalaEvangelisti.

Primi tre punti dunque per la squadra del presidente Sirci (entusiasta in tribuna stampa insieme al Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, al Sindaco di Perugia Andrea Romizi ed all’Assessore allo Sport del Comune di Perugia Emanuele Prisco) con la squadra che sposta ora l’attenzione a mercoledì quando il PalaEvangelisti riaccenderà le luci per i quarti di finale di Coppa Italia. Si gioca ancora con Padova alle ore 20:30 (prevendita attiva da domani), in palio l’accesso alla Final Four.

IL MATCH

C’è Ricci in luogo di Anzani nei sette iniziali di Bernardi. L’ace di Zaytsev spezza l’equilibrio in avvio (4-2). Si ripete a muro lo Zar con la pipe di Russell, dopo grande difesa di Colaci, che fissa il punteggio sul 9-5. Il muro di Ricci porta Padova alla sospensione discrezionale (10-5). A segno a muro anche De Cecco su Randazzo (13-6). Padova accorcia le distanze con il turno al servizio di Nelli (15-10). Ripartono i Block Devils con il muro di Atanasijevic e l’ace di Zaytsev (18-10). Altro break, stavolta per gli ospiti, con il turno al servizio di Polo (19-15). Perugia alza ancora il muro e scappa di nuovo (22-15). Atanasijevic spara la diagonale che porta Perugia al set point (24-16). L’errore al servizio di Cirovic porta le squadre al cambio di campo (25-17).

Al rientro è ancora Perugia a menare le danze con Atanasijevic scatenato dai nove metri (8-4). Il maniout di Zaytsev mantiene invariate le distanze (10-6). Chiodo di Podrascanin nei tre metri per il +6 Sir (14-8). Showtime al PalaEvangelisti con Perugia trascinata dai servizi di De Cecco e dai muri di Zaytsev (18-8). Padova, sempre con il turno di Nelli in battuta, accorcia le distanze (19-13). Bernardi mischia un po’ le carte inserendo Shaw, Berger e Anzani. Proprio il regista americano piazza il muro del 22-14. È di Berger l’attacco vincente del 25-16 che porta Perugia al doppio vantaggio.

Nel terzo set Bernardi lascia in campo Anzani e Berger per Podrascanin e Zaytsev. Il parziale, a differenza dei primi due, è equilibrato con il muro di Volpato che dà il +2 agli ospiti (7-9). I muri di Anzani e Berger impattano subito (9-9), tre punti in fila di Randazzo riportano avanti (9-12). Russell e Berger riportano i Block Devils a contatto (14-15). Torna Zaytsev in prima linea. Errore di Atanasijevic (16-19). Russell tiene l’attacco di Perugia a l’ace proprio di Zaytsev accorcia nuovamente (19-20). L’errore di Polo rimette tutto in parità (20-20). È Atanasijevic a mandare avanti Perugia (23-22). Fallo in palleggio fischiato a Padova è per la Sir c’è il match point (24-22). La chiude, con l’ace, Magnum! (25-22).

I COMMENTI

Simone Anzani (Sir Safety Conad Perugia): “È andata bene, siamo contenti. Nei primi due set siamo andati via sciolti, nel terzo abbiamo avuto un calo forse fisiologico che non ci deve essere, ma voglio sottolineare la bella reazione che ci ha portato alla vittoria. È un segnale positivo perché, sotto anche di quattro punti, siamo riusciti a ribaltarlo”.

Gabriele Nelli (Kioene Padova): “Siamo partiti contratti, ci era successo anche mercoledì in Coppa Italia a Piacenza. Perugia ha grandi battitori, ci hanno messo in difficoltà in ricezione e poi giocare palla alta contro il loro muro altissimo non è facile. Dobbiamo lavorare tanto”.

IL TABELLINO

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – KIOENE PADOVA 3-0

Parziali: 25-17, 25-16, 25-22

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 3, Atanasijevic 16, Podrascanin 5, Ricci 4, Zaytsev 8, Russell 11, Colaci (libero), Della Lunga, Shaw 1, Anzani 3, Berger 3. N.e.: Siirila, Andric, Cesarini (libero). All. Bernardi, vice all Fontana.

KIOENE PADOVA: Peslac, Nelli 13, Polo 4, Volpato 7, Cirovic 3, Randazzo 11, Balaso (libero), Koprivica. N.e.: Gozzo, Premovic, Canella, Scanferla. All. Baldovin, Baldon.

Arbitri: Omero Satanassi - Armando Simbari

LE CIFRE – PERUGIA: 11 b.s., 6 ace, 41% ric. pos., 30% ric. prf., 54% att., 11 muri. PADOVA: 13 b.s., 5 ace, 46% ric. pos., 15% ric. prf., 38% att., 5 muri.


Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information