MBvisual 20180404 210127 5073(UMWEB) Perugia. Un super PalaEvangelisti impazzisce quando Marko Podrascanin inchioda in terra il primo tempo che chiude il match! Esulta il folto pubblico bianconero ed esulta la Sir Colussi Sicoma Perugia che sconfigge in rimonta il Lokomotiv Novosibirsk nell’andata dei Playoff 6 di Champions League e fa un passo importante verso la Final Four di Kazan. Mercoledì prossimo il match di ritorno in Siberia, a Perugia occorreranno almeno due set per staccare il pass verso l’atto conclusivo della massima competizione per club a livello continentale.


Ci penseranno a tempo debito i ragazzi di Bernardi che intanto si godono una serata importante qui a Perugia. Una serata iniziata con i russi, formazione di caratura tecnica importante e fortissima fisicamente, che si aggiudicano in rimonta il primo parziale. Ma proprio lì, dopo non aver capitalizzato due set point avanti 24-22, esce la grande forza del gruppo bianconero. Che si compatta, che non demorde, che reagisce da grande squadra sciorinando una pallavolo di altissimo livello e non mollando più un pallone fino al punto finale, appunto, di Podrascanin.
È Max Colaci l’emblema di questa serata. Il libero bianconero, per nulla intimorito dalle bordate russe, difende un milione di palloni, esalta il PalaEvangelisti e carica a pallettoni i suoi attaccanti che vanno a segno a ripetizione. A partire da un sontuoso Atanasijevic (best scorer del match con 21 punti ed il 56%), passando per un concreto Zaytsev (14 punti, solita qualità in ricezione e 52% in attacco) e finendo con un Podrascanin di gran lusso (11 punti per il Potke, 100% in attacco su 7 colpi e 4 muri).
Sono battuta e muro a spaccare la partita! La pressione dei Block Devils dai nove metri (anche 7 ace) sfianca la resistenza in seconda linea del Novosibirsk, i 12 punti a muro sbarrano la strada a qualsiasi rimonta degli ospiti. 
Alla fine tutti sotto la curva dei Sirmaniaci a far festa. Per una vittoria meritata ed importante. Una vittoria ovviamente da confermare in Siberia, e sarà sicuramente una battaglia dura per i ragazzi. Una vittoria che fa soprattutto ripartire la squadra dopo Trento e che rappresenta un viatico importante in vista della fondamentale gara 3 di semifinale scudetto di sabato pomeriggio ancora al PalaEvangelisti.
A proposito di PalaEvangelisti… stasera si è fatto sentire, eccome! E sabato servirà ancora la sua voce!

IL MATCH

Torna Russell nello starting seven di Lorenzo Bernardi. Subito break Perugia con il muro di Atanasijevic (2-0). Out l’attacco di Savin (4-1). Il maniout di Zaytsev manda le squadre in panchina per il primo timeout tecnico (8-5). Si portano a +4 i Block Devils con l’ace dsi Atanasijevic (11-7). Savin a muro ed in contrattacco riporta a contatto i russi (11-10). La diagonale stretta di Nilsson pareggia (11-11). Si portano avanti i russi con la tesa al centro di Kurkaev (15-16). Colaci e le sue incredibili difese tengono il punteggio in equilibrio (18-18). Perugia piazza il break con i contrattacchi di Zaytsev e Russell (21-19). Il Novosibirsk impatta subito con Nilsson (21-21). Bernardi mette Della Lunga in battuta ed arriva un importantissimo ace (23-21). Primo tempo di Podrascanin e set point Sir Colussi Sicoma (24-22). Divis e Kurkaev portano il parziale ai vantaggi (24-24). Ace di Smolyar (24-25). Chiude Divis (24-26).
Parta di rabbia Perugia nel secondo set. Atanasijevic, Podrascanin e Russell formano i primi tre punti (3-0). Una topica colossale del primo arbitro innervosisce i bianconeri ed il Lokomotiv pareggia (3-3). Break dei padroni di casa con Atanasijevic (6-4), subito controbreak russo con Smolyar (6-6). Ace di Russell (8-6). Ancora l’americano a segno in contrattacco (15-12). Ancora un break con Anzani (17-13). Ancora il centrale comasco a muro (19-14). E poi al servizio (21-15). Secondo ace per Anzani (23-15). Fuori Pavlov (24-15). Chiude subito Podrascanin (25-15).
Fiammante l’avvio dei Block Devils nel terzo set. Zaytsev tira missili al servizio e mette a terra la pipe del 4-0. Muro di Smolyar (5-3), poi punto di Russell ed errore di Nilsson (7-3). Altro muro di Smolyar (7-5). Nella fase centrale del parziale Perugia piazza un break importante con Colaci ancora fenomenale in difesa e con Zaytsev ed Atanasijevic che capitalizzano in contrattacco (16-10). La pipe di Russell mantiene le distanze (20-14). Atanasijevic mette a terra il pallone del 23-17. Un altro muro di Smolyar accorcia (23-19). Fuori Savin, è set point Perugia (24-19). Fuori Pavlov (25-19).  
Avvio equilibrato nel quarto set con Atanasijevic che firma il 3-3 e con De Cecco che inventa il tocco del 4-3. Altri due per Perugia con Zaytsev ed Atanasijevic (6-3). Il Novosibirsk accorcia (7-6). Muro di Zaytsev (8-6). Gli ospiti sorpassano con il turno al servizio di Smolyar (11-12). Reazione bianconera firmata Atanasijevic e Russell (14-12). Ancora Russell ed Atanasijevic (17-13). L’errore al servizio di Divis mantiene le quattro lunghezze di vantaggio (21-17). Ace dello Zar che porta Perugia al match point (24-19). Ace di Eksi (24-21). La chiude il Potke! (25-21).

I COMMENTI

Stefano Recine (Sir Colussi Sicoma Perugia): “È stata una partita molto difficile contro un avversario di livello, molto forte fisicamente e con giocatori di qualità. Però i ragazzi sono stati veramente bravissimi dopo lo shock del primo set perso. Soprattutto bravissimi di testa a reagire e portare a casa il match”.
Plamen Konstantinov (Lokomotiv Novosibirsk): “Sapevamo che era una partita difficile per noi. Dopo il primo set Perugia ci ha messo in difficoltà con la battuta. Anche il nostro servizio ha funzionato, più quello flot che in salto. Ma credo proprio che la loro battuta ha cambiato la partita dopo il primo set”.

IL TABELLINO

SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA - LOKOMOTIV NOVOSIBIRSK 3-1
Parziali: 24-26, 25-15, 25-19, 25-21
SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA: De Cecco 3, Atanasijevic 21, Podrascanin 11, Anzani 8, Russell 14, Zaytsev 14, Colaci (libero), Shaw, Della Lunga 1, Berger. N.e.: Ricci, Cesarini (libero), Siirila, Andric. All. Bernardi, vice all Fontana.
LOKOMOTIV NOVOSIBIRSK: Eksi 4, Nilsson 4, Kurkaev 7, Smolyar 11, Savin 11, Divis 8, Martynyuk (libero), Shcherbakov, Golubev, Pavlov 7, Rodichev 3, Lukyanenko. N.e.: Andrievskii (libero), Tkachev. All. Konstantinov, vice all. Mitkov.
Arbitri: Jacobus Nederhoed (NED) - Christian Peter Wolf (SUI)
Supervisor: Jelena Reljin (SRB)
LE CIFRE – PERUGIA: 19 b.s., 7 ace, 38% ric. pos., 19% ric. prf., 50% att., 12 muri. NOVOSIBIRSK: 13 b.s., 5 ace, 45% ric. pos., 21% ric. prf., 42% att., 9 muri.


Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information