Yaremchuck arrivo(UMWEB) Terni. Due record della corsa ma soprattutto due prestazioni di altissimo livello tecnico. Non può che essere positivo il bilancio della seconda edizione della Braconi Terni Half Marathon, gara internazionale organizzata dall’#iloverun Athletic Terni.

Dopo la squalifica dello scorso anno è arrivato il pronto riscatto di Primien Manirafasha, vincitore con un ottimo crono finale di 1h04’13” (un minuto circa in meno di quanto corso lo scorso anno dal vincitore). Ancora più prestigioso il crono al femminile con la 24enne ucraine Sofiia Yaremchuk capace di migliorarsi in un colpo solo di circa due minuti e di chiudere la prova in un notevole 1h11’59”, crono che raramente si corre in Italia. L’ucraina in forza all’Acsi Italia Roma, aiutata nell’occasione da una lepre d’eccezione, il moldavo olimpionico a Londra e Rio de Janeiro Roman Prodius, è stata la sesta in assoluto a tagliare il traguardo.
Una gara veloce, la Braconi Terni Half Marathon, come dimostrano i tantissimi personal best ottenuti dagli atleti al traguardo. Fra questi anche quello di Gianfilli Grillo, settimo e primo ternano. Di rientro all’#iloverun Athletic Terni, Grillo ha tolto 10” al crono stabilito a Valencia la una delle più veloci (da primato mondiale) classiche sui 21.097 metri. Davanti la gara si è decisa al 7 km (passaggio in 21’01”) quando il rwandese Manirafasha ha staccato l’ultimo dei rivali, il kenyano Dennis Kiyaka (1h05’26”). Terza piazza per un altro kenyano, Philemon Kipchumba (1h08’03”) mentre quarto e primo degli italiani il naturalizzato Mohamed Hajjy (1h09’48”). Quinto Pasquale Rutigliano, vincitore lo scorso anno della mezza di San Valentino.
Mai in discussione la prova femminile con l’ucraina Yaremchuk che, aiutata dalla sua lepre, ha corso da subito per un tempo di prestigio crescendo nella seconda parte di gara per riscrivere il suo personale. Atleta davvero interessante l’allieve del professor Martelli. Sul podio con lei sono finite la compagna di squadra Aurora Ermini (1h19’03”) ed Eleonora Bazzoni (Lammari, 1h20’18”), mentre Paola Salvatori (1h21’47”) e Federica Poesini (1h24’18”) hanno chiuso rispettivamente al quarto e quinto posto. Settima e prima ternana Fabiola Cardarelli (1h24’58”) premiata nell’occasione insieme a Grillo dal title sponsor Luca Braconi e da Nicola Astolfi consigliere della Fondazione Cassa Risparmio di Terni e Narni che ha sposato una competizione che ha portato in città atleti di 4 continenti, 16 nazioni e 14 regioni per una sensibile crescita del turismo.
Grande soddisfazione nella società del presidente Francesco Corsetti sia per la crescita numerica dei partecipanti, sia per quella qualitativa, sia per la partecipazione e collaborazione degli atleti dell’#iloverun Athletic Terni e sia, infine, per i commenti più che positivi degli atleti e non solo dei principali protagonisti. Insomma una seconda edizione promossa a pieni voti che lascia ben sperare per il futuro.


Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information