Esche avvelenateLe aree individuate sono Borgiano, Pian della Noce e Santa Maria in Campis. Le autorità competenti sono al lavoro per individuare i responsabili

(UNWEB) Spoleto. Nei giorni scorsi sono pervenute al Comune di Spoleto e alle autorità competenti alcune segnalazioni da parte di medici veterinari e proprietari di cani, relative a sintomatologie riferibili a sospetto avvelenamento o, addirittura, a casi di decesso per sospetto avvelenamento.

Dalle testimonianze e dalle denunce è stata individuata l'area di Borgiano come possibile sito di abbandono di esche avvelenate.

Altre segnalazioni fanno presumere che, esche e bocconi avvelenati, siano presenti anche nella zona di Pian della Noce, così come a Santa Maria in Campis.

Si avvertono pertanto i cittadini della potenziale pericolosità delle aree in questione e si consiglia di tenere i cani al guinzaglio.

Alla luce dei risultati delle analisi necroscopiche e tossicologiche, il Comune ha richiesto un'intensificazione dei controlli.

Gli elementi acquisiti fino ad oggi sono al vaglio delle autorità competenti che, proprio in queste ore, stanno lavorando ad una serie di ipotesi per individuare i colpevoli.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information