07090260il nuovo servizio, voluto dal comune di Perugia, sarà a disposizione di anziani e pazienti appartenenti alle categorie protette dal 10 luglio, grazie a federfarma perugia, afas e fimmg. Sarà sufficiente chiamare il numero verde 800 189 521


(UMWEB) Perugia. E’ stato presentato questa mattina a Palazzo dei Priori il nuovo servizio di consegna gratuita a domicilio di farmaci, per anziani e pazienti appartenenti alle categorie protette, che sarà attivo da domani, mercoledì 10 luglio, in tutta la città.
Voluto dal Vice Sindaco Gianluca Tuteri, titolare, tra le altre della delega alla Salute, il servizio vedrà impegnati Federfarma Perugia, Afas e la Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale.
“Si tratta di un accordo basato sull’amicizia e sul buon senso, di cui sono grato a Federfarma Perugia, Afas e Medici Generici, che hanno subito aderito alla mia proposta, –ha spiegato il Vice Sindaco Tuteri in avvio di conferenza- che nasce dalla volontà di dare un servizio concreto e fattivo a quella parte della cittadinanza che, soprattutto in estate, con le alte temperature, soffre di più. Dobbiamo recuperare il valore della farmacia come “front office” del sistema sanitario.”
A spiegare il funzionamento del nuovo servizio è stata la Presidente di Federfarma Perugia, Silvia Pagliacci, che ha precisato come sarà, dunque, possibile la consegna gratuita dei farmaci da banco, integratori o prodotti diversi dal farmaco a domicilio per casi non urgenti, riservata esclusivamente ad anziani o comunque a persone impossibilitate a recarsi in farmacia, per disabilità o gravi malattie, e che non possono delegare altri soggetti. “Per accedere al servizio –ha precisato- è possibile chiamare il numero verde 800 189 521, attivo nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18.00. Risponderà un operatore qualificato al quale si dovranno indicare le generalità e l’indirizzo a cui recapitare il farmaco. Lo stesso operatore indirizzerà la telefonata alla farmacia più vicina, indicata dal geolocalizzatore, o a quella indicata dal richiedente. Sarà, quindi, la farmacia a concordare direttamente le modalità e i tempi di consegna del farmaco richiesto. Nel caso di farmaci richiedenti una prescrizione medica, invece, il cittadino dovrà necessariamente raccordarsi con il suo medico di medicina generale che poi potrà provvedere a mettersi in contatto con la farmacia per la consegna a domicilio dello stesso.”
“La farmacia –ha aggiunto la presidente Pagliacci- è da sempre vicina al cittadino. Peraltro, in questi giorni particolarmente caldi possiamo “ospitare” i soggetti più deboli, la cui abitazione sia soggetta ad alte temperature, nelle ore più calde, per avere un po’ di refrigerio.”
Soddisfazione è stata espressa per l’iniziativa anche da parte del Segretario provinciale FIMMG, Dott. Pesca, che ha tenuto a sottolineare come l’iniziativa sia realizzata nel pieno rispetto della riservatezza dei pazienti.. “Da tempo –ha aggiunto- si sta cercando di potenziare le prestazioni del servizio sanitario e questo si può fare solo in sinergia, facendo squadra tra tutti gli operatori.”
Allo stesso modo anche “Afas ha derito subito e convintamente alla proposta –ha detto il Presidente delle farmacie comunali Virgilio Puletti, presente insieme al Direttore Generale Raimondo Cerquiglini- perché per noi progetti del genere rappresentano un investimento con un grande valore sociale e sanitario, che vede le farmacie sempre più presenti sul territorio come presidio.”

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information