polizia 640x405(UNWEB) Perugia. "Continuano i controlli disposti dal Questore della Provincia di Perugia Dott. Antonio Sbordone finalizzati al rispetto delle misure di contenimento del Covid-19 lungo le vie del centro storico - teatro nel fine settimana - della c.d. "movida".

Nella serata di ieri, il personale della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della polizia municipale hanno perlustrato le vie adiacenti alle principali piazze del centro storico operando dei controlli nei confronti di alcuni esercizi pubblici e dei loro avventori.

Questa nuova modalità di controllo dinamico, messa in campo dalle Forze dell'Ordine, ha permesso di conseguire importanti risultati sia per ciò che concerne i profili della prevenzione sia per quanto riguarda il contrasto alle violazioni della normativa anti-Covid. A tal proposito, un giovane di 19 anni è stato sanzionato per l'omesso utilizzo della mascherina e per ubriachezza manifesta, con contestuale ordine di allontanamento dal centro.

L'attività di controllo ha permesso, inoltre, di accertare alcune violazioni alle ordinanze comunali, in particolare in materia di consumo di bevande in contenitori di vetro e di somministrazione di alcolici oltre l'orario consentito.

E ancora, non sono comunque mancati episodi di malcostume: un ragazzo di 31 anni è stato sorpreso ad urinare in un luogo di pubblico passaggio, nelle adiacenze di piazza Piccinino. Anche per lui è scattata la sanzione.

Sebbene, la presenza di giovani frequentatori le vie del centro rimanga consistente, si è nondimeno potuto assistere ad un prevalente ed apprezzabile rispetto delle regole, soprattutto per quanto riguarda l'uso delle mascherine come stabilito dalla recente normativa. E ciò anche se alcuni, utilizzando il pretesto del consumo di bevande e alimenti, tendono ad ovviare al corretto utilizzo delle stesse.

L'attività rientra nell'ambito dell'azione preventiva posta in essere dalle forze dell'ordine finalizzata a contenere nuove impennate della curva epidemiologica causata dal Covid-19 in un'ottica di sensibilizzazione al rispetto delle misure a ciò necessarie e di ricerca della collaborazione anche da parte dei più giovani."

Così, in una nota, la Questura di Perugia.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information