(ASI) Spoleto - in attesa di conoscere l'esito della propria candidatura come "Capitale italiana della cultura 2016/2017", la città del Festival sarà per quattro giorni la capitale italiana delle eccellenze vitivinicole. 

Si é aperta ieri mattina al complesso monumentale di San Nicolò l'edizione del decennale di "Vini nel mondo" alla presenza del Sottosegretario del Ministero dell'Interno On. Giampiero Bocci che nel suo intervento  ha sottolineato degli aspetti molto importanti ovvero che  «La manifestazione valorizza la tradizione regionale, ma con uno sguardo all’estero e alle sue eccellenze. Il ministero delle Politiche Agricole – ha aggiunto il sottosegretario Bocci - deve fare uno sforzo ulteriore nel sostenere la costante crescita dell’evento. Abbiamo in programma, ad esempio, per il prossimo anno un evento in partnership con Vini nel Mondo che sensibilizzi i giovani alla guida sicura cogliendo appieno l’attenzione che la manifestazione spoletina presta da anni al bere consapevole». É stato invece il Prefetto di Perugia  Antonella De Miro a ribadire le eccellenze che caratterizzano il territorio umbro e a fare un incoraggiamento alle nuove generazioni che ereditano questa terra ricca di risorse: «Questa Regione ha tutti i numeri per essere vincente. Storia, arte, clima, prodotti della terra. Il vino la fa da padrone. Faccio un incoraggiamento ai giovani per costruire un futuro solido che apra l’Umbria al Mondo». E’ stato invece il Sindaco di Spoleto Fabrizio Cardarelli a sottolineare che «l’evento caro a tutti gli spoletini contribuisce a creare un clima di pace sociale in città. Occorre puntare su un turismo che sia volano di una città più presentabile, efficiente, a misura di turista e di residente». Mentre il Presidente dell’Associazione Arte, Gusto e Cultura Fernando Leonardi ha ribadito il grande impegno profuso per Vini nel Mondo in un anno difficile, il Patron della manifestazione Alessandro Casali ha chiuso l’inaugurazione della kermesse ribadendo la sua soddisfazione per aver tagliato il traguardo del decennale con un successo che non conosce crisi. «Dieci anni all’insegna del vino di qualità, ma soprattutto all’insegna del bere responsabile, messaggio rivolto soprattutto alle giovani generazioni. Vini nel Mondo – ha dichiarato il patron Casali - rappresenta l’enologia più prestigiosa. Sono rappresentate 140 cantine. E’ uno dei pochissimi eventi del settore con patrocinio Expo. Vini nel Mondo condivide con Expo il concetto di nutrire il pianeta. Facciamo gioco di squadra per dare sostegno a Spoleto e all’Umbria». 

Impossibilitato ad essere a Spoeto, il ministro per le Politiche Agricole Maurizio Martina ha voluto rimarcare il sostegno del Governo a Vini nel Mondo con un messaggio di augurio e di incoraggiamento a proseguire su questa strada. Il ministro Martina ha ribadito la rilevanza strategica del settore. «Il settore vitivinicolo – si legge nella nota - è un patrimonio fondamentale per l’Italia e il vino rappresenta la metafora perfetta del cambiamento possibile. Parliamo di un settore che vale oltre 14 miliardi di euro, con più di 5 miliardi di  export. Numeri importanti che ci danno il senso della potenza dell’esperienza vitivinicola italiana e della capacità del nostro Paese di reagire alla crisi, diventando sempre più competitivi sui mercati internazionali».

Dopo il taglio del nastro tricolore la manifestazione é entrata nel vivo e già nelle prime ore nei siti dedicati alle degustazioni e per le suggestive vie della città del Festival si sono registrate numerose presenze di spoletini, appassionati  e turisti , facendo facilmente prevedere un ponte della festa della Repubblica particolarmente importante per le attività commerciali e le strutture ricettive nonché per lo sviluppo turistico della città stessa.

Interessante anche il programma di oggi (31 maggio)  con - tra gli altri - il Cocktail Show d’autore a cura di Massimo D’Addezio “Dark&Stormy”. Dalle Bermuda arriva l’esotico cocktail nell’esclusiva interpretazione di un campione del mondo della cocktailerie (ore 15,00 Chiostro San Nicolò); la Degustazione guidata a cura di Antonio Perona “Le tre stelle della galassia MGM Mondo del Vino”. Alla scoperta degli icon wines di MGM, tre espressioni vitivinicole del Belpaese nella visione innovativa dell’enologa Gaetane Carron. (ore 16.00, Hotel Clitunno).

Da non mancare poi la Degustazione guidata a cura dei docenti FIS “Persistenze gustative, il cioccolato incontra i vini riserva del Taburno”. Alla scoperta di un abbinamento sensoriale nel quale il gusto di un vino, espressione del territorio di Rocca dei Sanniti, si fonde con quello denso del cacao di Dolceamaro (Ore 16,30 Chiostro San Nicolò); mentre alle 17.00 presso la Rocca Albornoziana si terrà la Degustazione guidata a cura del sommelier campione del mondo Luca Gardini “Un Brunello di Montalcino memorabile”. A seguire la Degustazione guidata a cura di Giuseppe Palmieri “La Calabria in bottiglia 1” (ore 17.30 Chiostro San Nicolò); la Degustazione guidata a cura di Alberto Lupetti “Masterclass champagne” (Ore 19.00 Rocca Albornoziana). Dalle 19.00 alle 22.00 musica dal vivo alla Rocca Albornoziana con Sound Drops e al Chiostro San Nicolò con  Wendnow Jazz Experience.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information