Un intervento di un milione di euro (605.000 euro per le infrastrutture e 395.000 di attrezzature tecnologiche) che ha permesso un importantissimo collegamento con le utenze pubbliche più importanti (Comune, Palazzo dei Congressi, Palazzo dei Sette, ex Caserma Piave, Biblioteca Comunale, Tribunale ed Ospedale): è questa la rete cittadina in fibra ottica che la Regione Umbria, attraverso CentralCom ed in stretta collaborazione con il Comune, ha realizzato ad Orvieto.

 

   “La rete - ha affermato l’assessore regionale alle infrastrutture tecnologiche Stefano Vinti - ha una lunghezza complessiva di 9 km ed è composta da tubazioni messe in opera direttamente dal Comune di orvieto e da cavi in fibra ottica posati da CentralCom. Anche ad Orvieto, come in altri importanti comuni dell’Umbria, la Regione ha deciso di intervenire per abilitare importanti iniziative pubbliche nel contesto dell’amministrazione digitale per l’integrazione delle grandi basi informative, in particolare della sanità, ma anche per rendere più operativa e snella l’attività della pubblica amministrazione e collegarla con la rete regionale”.

 

   Anche sul versante del WiFi, e cioè l’accesso diretto e gratuito ad Internet, la città di Orvieto è stata inserita nel programma regionale di intervento. Nel Palazzo comunale è stato infatti installato un ‘hotspot’, nel quadro del circuito UmbriaWifi, che sta registrando in queste ultime settimane, una vistosa crescita delle adesioni. Il servizio offerto prevede la possibilità di navigare gratuitamente per due ore al giorno anche non consecutive in modalità wifi attraverso una semplice registrazione online: l’utente accede ad Umbria Wifi attraverso una welcome page che permette di visionare la localizzazione degli HotSpot attualmente presenti nei comuni aderenti all’iniziativa.

 

   “L’architettura proposta - ha concluso l’assessore Vinti - consente inoltre l’integrazione con sistemi di identità federata, compatibili con reti già attive in altre città e regioni d’Italia. In un’ottica di estensione del progetto, il modello adottato prevede la possibilità di adesione all’iniziativa da parte di altri attori pubblici e privati operanti nella regione e interessati ad attivare hotspot”.

 

   Per quanto riguarda la localizzazione degli hotspot, l’indicazione dei siti è stata proposta in prima battuta dai comuni stessi, e, a seguito di sopraluogo e verifica tecnica congiunta (CentralCom/Tiscali/tecnici comunali), si è arrivati alla scelta definitiva della postazioni.

   La rete Umbria Wifi è costituita da 63 hotspot nei comuni di Perugia, Terni, Foligno, Orvieto e Città di Castello (31 indoor, 32 outdoor), e ad oggi conta circa 25.000 registrazioni, con una media di circa 1.000 nuove registrazioni al mese e 1.200 login al giorno.                                                     

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information