(ASI) "Affermazioni inesatte, persino diffamatorie, che non intendiamo passare sotto silenzio perché danno ad imprenditori e cittadini una rappresentazione dei fatti assolutamente fuorviante e ledono la nostra immagine e quella delle istituzioni chiamate in causa".


Confcommercio provinciale e Confcommercio territoriale di Perugia replicano seccamente alle "esternazioni" di un ambulante di Pian di Massiano, che, presentandosi come portavoce di altri suoi colleghi, ha espresso sulla stampa critiche alla manifestazione "Expo Perugia 2015 – Gusti e Sapori dal mondo", mostra mercato in programma da 7 al 10 maggio presso Piazzale Umbria Jazz.
"In primo luogo – spiega l'associazione provinciale – la manifestazione non è organizzata da Confcommercio, come viene lasciato intendere, ma da due soggetti privati, Cosap e Fiev, mentre da parte nostra c'è un patrocinio, motivato dalla convinzione che si tratti di una iniziativa di rilievo, così come c'è il patrocinio della Fiva, il sindacato che al nostro interno rappresenta gli operatori su aree pubbliche.
Il riferimento, quindi, ai presunti introiti che a Confcommercio porterebbe la manifestazione è pura invenzione diffamatoria, contro la quale stiamo anche valutando la tutela per vie legali. Chi ha parlato dimostra di avere una conoscenza dei fatti sommaria, inesatta e palesemente per 'sentito dire', esprimendo posizioni che proprio alla luce di questo sono incoerenti: prima infatti chiede l'annullamento dell'evento, poi la sospensione il sabato. Ci piacerebbe sapere se davvero costui rappresenta anche la voce di altri operatori e non piuttosto solo se stesso. Così come ci piacerebbe sapere a chi in Confcommercio si è rivolto il suddetto imprenditore per esternare le sue richieste, dato che noi non siamo stati contattati".
La Confcommercio territoriale di Perugia invece fa notare come risulti difficilmente comprensibile e singolare che un ambulante del mercato di Pian di Massiano chieda che la manifestazione "Expo Perugia 2015 – Gusti e Sapori dal mondo" venga sospesa proprio il sabato. Il mercato tradizionale – infatti – si svolgerà regolarmente, non ne sarà minimante penalizzato, anzi, l'afflusso ulteriore di visitatori richiamati da "Expo Perugia" non può che avvantaggiarlo.
Infine una notazione sulla richiesta di dimissioni dell'assessore al Commercio del Comune di Perugia Cristiana Casaioli, avanzata dallo stesso operatore: "L'assessore, al momento di assumere il suo mandato pubblico – sottolinea il presidente di Confcommercio Perugia Sergio Mercuri - si è dimessa da ogni incarico interno all'organizzazione. Non si capisce dunque perché la sua posizione sia incompatibile con il ruolo svolto in passato. Sarebbe come pretendere che se uno è medico non può fare l'assessore alla sanità. Ma al di là degli aspetti formali, pure essenziali, ci sono quelli sostanziali: l'ambulante che ne chiede le dimissioni dovrebbe sapere che se c'è un rappresentante delle istituzioni locali che lui e quelli della sua categoria dovrebbe ringraziare per l'attenzione alle loro problematiche, e in particolare per l'impegno e la tempestività con cui si è prestata a risolvere al meglio, per quanto possibile, i problemi causati al mercato di Pian di Massiano dalle gare interne del Perugia, è proprio l'assessore Casaioli".

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information