rita e marco settimi presidente ed amministratore radio subasioPresidente Rita Settimi, 40 anni straordinari e la sfida continua

(ASI) “Forse potrei ricordare anche che tempo facesse quel pomeriggio del 1976, dovrei chiedere a Marco quale sia stato il primo pezzo suonato. Di sicuro, ricordo l’emozione e l’entusiasmo che si respirava all’inizio di quel gioco, che ora è diventato una delle Radio più ascoltate del nostro Paese”. E’ quanto racconta Rita Settimi, Presidente di Radio Subasio, l’emittente giunta a tagliare il traguardo dei 40 anni che sta preparando a Perugia il suo ‘Compleanno Spettacolare’, un evento che sabato 14 maggio vedrà sfilare sul palco i più grandi nomi della musica italiana. L’emittente continua ad essere aperta, sempre. “Aperta agli ascoltatori – sottolinea Rita - che riconoscono questa disponibilità, agli artisti che continuano a confessarci come, nei loro giri di promozione, questa non sia una tappa qualsiasi, vuoi per il sapore unico dell’Umbria (e della sede che rimane nel verde di Assisi - ndr) e per l’atmosfera inconfondibile che si respira”. Intanto, in 40 anni, gli ascoltatori sono diventati 1,6 mln nel giorno medio e oltre 6 mln negli ultimi 7 giorni (fonte Eurisco). Gli indici di ascolto la pongono ai primi posti della classifica nazionale (insieme ai network nazionali) e leader tra le emittenti locali. Lo spirito però non è cambiato, racconta sempre il Presidente ed il gusto della semplicità è rimasto in una proposta editoriale che continua ad essere leggera ma mai superficiale, per essere testimoni del cambiamento straordinario di questi 40 anni senza però lasciarsi snaturare. “Insieme a mio fratello Marco – sottolinea - abbiamo continuato a far vivere l’intuito verso le novità e la crescita, negli investimenti e nell’attenzione alle novità tecnologiche. Con questa stessa intenzione abbiamo contaminato la nostra programmazione con i canali più nuovi che ben legano per immediatezza con la voglia di incontro della nostra radio”. E’ stata rafforzata la proposta editoriale con Radio Suby, un’emittente trendy, Radio Subasio Più, una versione adult oriented, e Radio Subasio XL (canale only on web, ndr) più ricercata, al pari dell’utilizzo sinergico e spinto del portale web e del rapporto con i social media. “Proprio questa voglia di incontrare i nostri ascoltatori è l’anima di questa grande festa per i nostri 40 anni – confessa Rita – un ‘Compleanno spettacolare’ che faccia abbracciare, come da tradizione, i nostri ascoltatori e gli artisti più straordinari che hanno accolto l’invito senza esitazioni. E, ancora come tradizione, ce ne saranno per tutti i gusti e per tutte le età. (alle anticipazioni dei giorni scorsi si stanno aggiungendo ulteriori conferme – ndr). Perdonateci, ma ci piace ripetere che per noi gli ascoltatori non si chiamano target, sono amiche ed amici che ci lasciano entrare ogni giorno nelle loro vite. E stare insieme a loro continua ad essere una sorridente responsabilità. Certo – ribadisce - adesso, la gestione della Radio è diventata inevitabilmente quella di un’azienda, fortunatamente eccellente nei risultati e, lasciatecelo dire, capace d’impreziosire il contesto d’appartenenza. Nell’ultimo anno, l’aumento di ascolti ha superato del 7,5% la media del mercato e l’incremento si è tradotto in una crescita di fatturato. L’ingresso nel circuito pubblicitario Mediamond (Mediaset e Mondadori - ndr) per la raccolta della pubblicità nazionale e Manzoni per la raccolta della pubblicità locale, migliora la capacità di tradurre le esigenze di comunicazione delle aziende in progetti, con il messaggio sempre armonizzato allo spirito dell’emittente. Insomma, dopo quarant’anni la sfida continua ancora. Continuiamo a scegliere di entrare nelle giornate dei nostri ascoltatori senza fare troppo rumore, senza dimenticare il buon gusto. Le voci che si alternano ai nostri microfoni hanno nomi diversi – conclude - e la musica sembra attraversare una nuova rivoluzione dettata dalle nuove tecnologie che offrono nuove opportunità ma chiamano a nuovi confronti. Radio Subasio continua a non dimenticare le proprie radici, innamorata dei classici e curiosa di ogni novità. Pronta per i prossimi quarant’anni”.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information