china day 2(ASI) Perugia. – "L'Umbria potrà essere sempre più protagonista di una maggiore cooperazione economica, turistica e culturale con la Repubblica Popolare di Cina, se saprà operare in quanto 'sistema regione', rappresentando al meglio non solo l'Umbria del paesaggio e delle bellezze artistiche, ma anche le sue eccellenze del sistema economico e industriale".

E' quanto ha affermato la presidente della Regione Umbria, Catisucia Marini, nel corso del suo intervento all'iniziativa "China Day", organizzata dalla Regione, la cui prima parte si è svolta questa mattina a Perugia, a palazzo Donini, ed alla quale hanno preso parte anche l'ambasciatore in Italia della Repubblica popolare cinese, Li Ruiyu, il presidente della Fondazione Italia Cina, Cesare Romiti, il Country manager We Chat Italy, Andrea Ghizzoni, il rettore dell'Università degli Studi di Perugia, Franco Moriconi, il direttore centrale per l'internazionalizzazione del Sistema Paese del Ministero Affari Esteri e Cooperazione, Vincenzo De Luca, alla presenza inoltre del vice presidente della Giunta regionale, Carla Casciari, il Rettore dell'Università per gli Stranieri, Giovanni Paciullo, il direttore dell'Area Programmazione della Regione Umbria, Lucio Caporizzi, e il direttore di Sviluppumbria, Mauro Agostini. L'incontro è stato coordinato dal giornalista Giuliano Giubilei.
"Negli ultimi anni – ha affermato Marini – la nostra Regione ha sviluppato una intensa attività di cooperazione in settori di grande importanza, dalla meccano tecnica all'agricoltura, dal settore delle energie rinnovabili alla moda ed all'abbigliamento. Significativa anche l'attività di scambio nel turismo e nella formazione, con il recente progetto 'Umbria accademy', grazie al quale ancora più studenti cinesi potranno frequentare le università umbre".
La presidente Marini ha poi ricordato il protocollo d'intesa da lei stessa sottoscritto con il governatore della Provincia dello Shandong (per la cooperazione nel campo agroalimentare e del controllo degli alimenti) e quello con la Provincia dello Yunnan (per lo scambio sui temi delle nuove tecnologie in agricoltura, scambi universitari, design nel settore del mobile): "Noi siamo consapevoli che le nostre conquiste potranno essere difese e consolidate soltanto dentro una grande opera di internazionalizzazione del nostro sistema territoriale a tutti i livelli e che le innovazioni che dobbiamo rapidamente introdurre potranno venire solo da un concreto confronto con le realtà più vive della scena internazionale".
"Per questo – ha aggiunto Marini - la Cina rappresenta oggi per noi un partner essenziale con tutta la sua complessità, le sue tante specificità e con l'energia che irradia nelle relazioni economiche, sociali, culturali e politico-istituzionali nel mondo di oggi. Vorremmo, inoltre, cogliere al meglio le opportunità che deriveranno dal prossimo appuntamento di EXPO 2015, favorendo al massimo la presenza in Umbria di delegazioni e turisti cinesi che saranno in Italia per visitare l'esposizione universale di Milano".
"I rapporti bilaterali Cina-Italia – ha detto l'ambasciatore cinese – hanno conosciuto negli ultimi mesi una straordinaria accelerazione e intensificazione. In questo quadro la cooperazione locale tra la Regione Umbria e alcune Province cinesi rappresenta un elemento positivo ed una opportunità che entrambi dobbiamo saper cogliere. Il mio auspicio è che sempre più cittadini cinesi vengano in visita nella vostra regione, una realtà accogliente e ricchissima di bellezze paesaggistiche, artistiche e anche di produzioni di qualità come olio e vino, quest'ultimo particolarmente apprezzato dai cinesi".
L'ambasciatore Li Ruiyu ha quindi invitato tutti a rafforzare la cooperazione tra Umbria e Cina, ed ha invitato a rendere periodica l'iniziativa realizzata oggi di "China Day", e si è impegnato – come Ambasciata della Repubblica popolare di Cina - a sostenere ed assistere la Regione Umbria in questo percorso di collaborazione.
Parole di particolare apprezzamento per il lavoro svolto in questi anni dalla Regione Umbria, in direzione della cooperazione con la Cina, le ha avute il presidente della Fondazione Italia Cina, Cesare Romiti, che ha definito l'Umbria "la Regione d'Italia più attiva e dinamica", mentre il rappresentante del Ministero degli Esteri De Luca ha richiamato l'attenzione sul prossimo appuntamento di EXPO 2015 quale straordinaria occasione per l'Umbria di potenziare e qualificare ulteriormente i rapporti di scambio con la Cina.

china day 8

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information