Il capogruppo regionale M5s, Thomas De Luca, ritiene “discutibile e pericolosa la scelta di riavviare l’attività del polo siderurgico di Terni” e sollecita un “intervento rigoroDe LUCAso e diretto a tutela della salute pubblica”. De Luca ritiene poi che i test “a tappeto” su tutti i dipendenti “prima del ritorno a lavoro e ripetuti successivamente ad intervalli regolari di tempo” siano ormai una “necessità imprescindibile”.

ManciniIl consigliere regionale della Lega, Valerio Mancini sostiene che “in questo periodo emergenziale è necessario che siano garantiti i servizi postali ai cittadini, mantenendo attivi il più possibile anche gli uffici postali periferici”. Per Mancini “è imprescindibile che Poste Italiane si impegni ad ascoltare le richieste di aiuto dei territori”.

coletto firma 4(UNWEB) #coronavirusumbria Perugia – Ammonta a 750 mila euro la somma destinata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia che permetterà alla Regione Umbria di finanziare l'acquisto di Test rapidi immunologici e molecolari per rilevare la positività al Covid-19, la cui sperimentazione ha preso il via in Umbria sotto la supervisione del Comitato tecnico-scientifico costituito tra Regione e Università.

Sport(UNWEB) Perugia - "I valori fondanti del mondo dello sport, come impegno, sacrificio e spirito di squadra, possono e devono essere uno stimolo e un supporto per tutti in questi difficili momenti". Lo dichiara Paola Agabiti, assessore allo Sport della Regione Umbria in occasione della Giornata internazionale dello Sport per lo sviluppo e la pace".

FioroniPaolaIl consigliere regionale della Lega Paola Fioroni (vicepresidente dell’Assemblea legislativa) sottolinea come “per le donne vittime di violenze domestiche l’obbligo di restare a casa imposto dal coronavirus può diventare l’emergenza nell’emergenza”. Per la Fioroni “l’attenzione deve essere sempre alta soprattutto per le situazioni di maggiore vulnerabilità, così come il sostegno socio assistenziale che non si è mai fermato come dimostra il nuovo piano per le fragilità tempestivamente presentato dall’assessore Coletto”.

BORI PDI consiglieri Tommaso Bori e Michele Bettarelli (Partito democratico) ritengono che, rispetto all’emergenza sanitaria in corso, “sul tema delle diagnosi non sta facendo abbastanza”. Per Bori e Bettarelli “la riduzione del numero di tamponi e la mancata introduzione dei test sierologici preoccupano e vanno in direzione contraria a quanto promesso”

Porzi PDInterventi coordinati tra Istituzioni locali, forze politiche e sindacali, al fine di far fronte ai tentativi di infiltrazione delle attività criminali e mafiose: è quanto si propone un ordine del giorno proposto dalla consigliera Donatella Porzi (PD) e siglato da tutti i consiglieri di minoranza. La proposta di ordine del giorno sarà inviata al Coordinamento delle commissioni e degli osservatori regionali sul contrasto della criminalità organizzata e della promozione della legalità delle Assemblee legislative italiane.

Paparelli PDIl consigliere regionale Fabio Paparelli (Pd) annuncia la presentazione di un'interrogazione in materia di coronavirus e nello specifico rispetto alla “trasparenza su test rapidi e contagiati in sanità”. Paparelli chiede quindi alla Giunta regionale di sapere “quali test rapidi sono stati acquistati, per quale uso definito, il relativo costo unitario e le procedure seguite per l’acquisto stesso”, ma anche “il numero del personale sanitario che è stato posto in quarantena, quanti di loro hanno contratto l’infezione da Covid–19 ed il numero del personale in malattia per le Aziende sanitarie regionali”.

Bianconi2Il consigliere regionale Vincenzo Bianconi (gruppo Misto) ha inviato una lettera aperta al presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, e ai ministri del Turismo, Dario Franceschini, e della Sanità, Roberto Speranza, in cui chiede l'attivazione di un tavolo di confronto tra il Governo, le associazioni di categoria e i sindacati per definire al più presto i nuovi standard e le procedure igienico-sanitarie che tutti i comparti economici dovranno adottare quando potranno valutare di riaprire la loro attività. Bianconi sottolinea che alcune imprese, in base alle nuove disposizioni, potrebbero essere costrette anche a reinventarsi completamente e altre potrebbero dover trovare nuove soluzioni che necessitino persino di interventi strutturali.

coletto firma 4(UNWEB) – Perugia– "I medici di medicina generale sono in prima fila da mesi e, con grande impegno, stanno garantendo ai cittadini il massimo livello di assistenza sul territorio. Proprio per questa ragione, il Governo deve garantire loro i presidi di protezione individuale come già avviene per gli ospedalieri": così l'assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto, che si dichiara a favore della presa di posizione assunta dalla Federazione nazionale dei Medici di Medicina Generale a seguito del parere negativo della Ragioneria dello Stato all'emendamento 5.1 al decreto 'Cura Italia' che estendeva la fornitura dei dispositivi di protezione individuale anche ai medici di medicina generale, ai pediatri di libera scelta e ai farmacisti".

CPO(UNWEB) #coronavirusumbria Perugia – "In Umbria, come altrove, le operatrici dei centri antiviolenza e i servizi della Rete preposta alla prevenzione e al contrasto della violenza di genere continuano a essere presenti, pur tra le difficoltà e i rischi del momento, per garantire una risposta alle donne vittime di violenza e ai loro figli e figlie, garantendo loro ascolto, accoglienza e ospitalità nelle emergenze". È quanto sottolinea la presidente del Centro Pari Opportunità della Regione Umbria, Chiara Pucciarini.

2020 04 06 dati giornalieri(UNWEB) –Perugia– Dai dati aggiornati alle ore 8 di lunedì 6 aprile, 1253 persone (+14 rispetto a ieri) in Umbria risultano positive al virus Covid-19, di cui 929 in provincia di Perugia (+4 rispetto a ieri) e 284 in quella di Terni (+9 rispetto a ieri); i guariti sono 84 (+28 rispetto a ieri), di cui 63 provincia di Perugia (+20 rispetto a ieri) e 21 in quella di Terni (+8).

coletto firma 4(UNWEB) –Perugia – "La Regione sta adottando tutte le misure utili per arginare nella popolazione l'infezione prodotta dal Covid-19 e i numeri di questi giorni, che registrano una riduzione dei nuovi contagi e un aumento di guariti, depongono a favore delle politiche adottate": è quanto afferma l'assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto, a fronte della richieste di adottare misure sanitarie aggiuntive per contenere l'espansione del contagio nell'Orvietano.

AGGIORNAMENTO 5 APRILEOK(UNWEB) – Perugia– Dai dati aggiornati alle ore 8 di domenica 5 aprile, 1239 persone (+29 rispetto a ieri) in Umbria risultano positive al virus Covid-19, di cui 925 in provincia di Perugia (+20 rispetto a ieri) e 275 in quella di Terni (+12 rispetto a ieri); i guariti sono 56 (+17 rispetto a ieri), tutti residenti nella provincia di Perugia.

PdUmbrial consiglieri regionali Tommaso Bori, Simona Meloni e Donatella Porzi (Pd) annunciano la presentazione di una interrogazione sull’ospedale di Foligno. Per Bori, Meloni e Porzi la parziale riconversione della struttura non deve essere veicolo di contagi: per questo servono percorsi puliti, protocolli omogenei, protezioni per operatori e pazienti”.

LegaPerugia(UNWEB) Perugia. La misura è colma, il Gruppo della Lega del Comune di Perugia, non può più tacere di fronte al persistere di gesti di abituale delinquenza. L'emergenza Coronavirus non può diventare la scusa per far passare in secondo piano le "gesta" dei criminali , anzi , una forza politica seria deve trovare il coraggio di denunciare situazioni delinquenziali, a maggior ragione in queste ore, perché è proprio il crimine di questi giorni ad essere particolarmente oltraggioso ed infame.

aggiornamento casi ore 15 4 aprile(UNWEB) – Perugia – Dai dati aggiornati alle ore 15 di sabato 4 aprile, 1210 persone (+35 rispetto a ieri) in Umbria risultano positive al virus Covid-19; i guariti sono 39 (+9 rispetto a ieri), di cui 26 (+6) residenti nella provincia di Perugia, 13 (+1) in quella di Terni.

protciv3.jpg(UNWEB) -Foligno- Da ormai dieci anni è il centro nevralgico della gestione delle emergenze, da quelle metereologiche a quelle sismiche, ed ora è il “cuore” del governo della drammatica emergenza coronavirus. È il Centro regionale della Protezione civile della Regione Umbria, situato a Foligno, inaugurato nel febbraio del 2010. La realizzazione del Centro fu pensata all’indomani del terremoto che colpì l’Umbria e le Marche nel 1997, avvertendo l’esigenza di dotare la realtà regionale di un luogo deputato appunto alla gestione ed al coordinamento tecnico-scientifico per ogni tipo di emergenza. L’investimento complessivo fu di oltre 32 milioni di euro.

MicheleFioroni(UNWEB) –Perugia– “La Regione Umbria ha attivato dal primo aprile la procedura per l’acquisizione delle richieste di cassa integrazione per le imprese i cui lavoratori subordinati sono stati sospesi in tutto o in parte a causa degli effetti economici negativi conseguenti il fenomeno epidemiologico Covid-19. Il 3 aprile alle ore 17 erano state presentate già 2947 domande mentre altre 839 erano in corso di invio sul sistema informatico SARe”. È quanto rende noto l’assessore regionale allo Sviluppo economico Michele Fioroni, che precisa “le domande interessano 9480 lavoratori dipendenti per un totale di ore richieste pari 2.022.953”.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information