Lavoratore AnzianoR400(ASI) Perugia. "La legge regionale per la promozione dell'invecchiamento attivo, attribuisce un ruolo di primo piano ai progetti per la formazione permanente degli over 60, per la promozione del loro benessere, per la cultura e il tempo libero, per l'impegno civile e l'alfabetizzazione informatica": lo ha affermato la vicepresidente della Regione Umbria con delega Welfare, Carla Casciari, a Montefalco alla presentazione del progetto "Ultra 64enni una risorsa", ideato e seguito dall'associazione "Centro studi città di Foligno" e realizzato nei piccoli centri umbri grazie ad un finanziamento della Regione Umbria.

L'iniziativa punta a fornire alle persone anziane competenze utili relative all'uso del computer, alla gestione dei social network e dei servizi on line per i cittadini a partire da quelli della pubblica amministrazione.
"Gli anziani umbri che si collocano nelle fasce di età 65-75 anni – ha detto Casciari - sono nella maggioranza autonomi e possono rimanere tali se supportati da politiche attive in grado di contrastare i rischi tipici connessi all'avanzare dell'età. La persona anziana quindi, se messa nella condizione di invecchiare attivamente, diventa una risorsa per la società a patto che la società stessa investa per la realizzazione di interventi volti a favorire un ruolo attivo delle persone anziane nella società".
La vicepresidente ha quindi ricordato che la Giunta regionale ha di recente approvato l'atto di indirizzo per l'anno 2014/15 relativo alla legge regionale a tutela della promozione e della valorizzazione dell'invecchiamento attivo e i criteri del bando per la realizzazione di interventi che saranno finanziati con 250 mila euro:"Si tratta del secondo bando regionale in materia, - ha riferito la vicepresidente - e servirà per concretizzare l'azione denominata 'Valorizzazione delle esperienze formative, cognitive e professionali delle persone anziane' e avrà l'obiettivo di stimolare lo sviluppo di progettualità di carattere innovativo nell'ambito degli indirizzi e delle azioni principali prese in considerazione dalla legge".

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information