A CittaDiPerugia609x380(UNWEB) Perugia. In relazione a quanto contenuto nel Dpcm del 21 gennaio 2021 e nel D.M. del Ministero dell’Interno 2 aprile 2021, che prevedono la concessione ai Comuni capoluogo di provincia di contributi per investimenti in progetti di rigenerazione urbana per un massimo di 20 milioni di euro, il Comune di Perugia ha scelto di presentare una serie di interventi che si incentrano sull’area che costeggia il fiume Tevere.


Lo ha deciso oggi la giunta, approvando la delibera, presentata dall’assessore ai lavori pubblici e ambiente Otello Numerini, riguardante gli studi di fattibilità del progetto di rigenerazione Urbana con cui il comune parteciperà al bando per ottenere il finanziamento dall’Unione Europea-Next Generation EU.
Sei sono i progetti specifici contenuti nel piano comunale:
Si tratta del recupero funzionale della torre di Pretola e annesso mulino per la produzione idroelettrica (10milioni di euro), del recupero e riqualificazione della torre molino della catasta e dell’area tra Villa Pitignano e Ponte Felcino (oltre 4 milioni di euro), della rigenerazione e ricucitura dei percorsi di mobilità dolce dai centri abitati di Ponte Pattoli a Ponte San Giovanni (3,3 milioni), della manutenzione straordinaria aree verdi: bosco didattico e pineta Ponte Felcino, Ponte Valleceppi (1,3 milioni), del potenziamento e miglioramento dei servizi di alcuni campi da calcio (530mila euro) e della riqualificazione di tratti del percorso della via di San Francesco (620mila euro).
Lo scopo dei progetti costituenti il piano, in piena rispondenza alle finalità previste dalla normativa nazionale, è di procedere alla manutenzione per il riuso e la rifunzionalizzazione di aree e di strutture edilizie esistenti pubbliche, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale.
In definitiva una effettiva rigenerazione che punta alla sicurezza, al miglioramento architettonico e strutturale dei beni pubblici, allo sfruttamento ecologico di fonti rinnovabili per l’efficientamento energetico, all’incremento della mobilità sostenibile attraverso il percorso ciclo-pedonale del parco fluviale del Tevere, al miglioramento e al potenziamento dei servizi sportivi.
“La valorizzazione dell’area che insiste lungo il fiume Tevere – precisa l’assessore Otello Numerini – rappresenta un intervento strategico per l’Amministrazione comunale al fine di migliorare la qualità della vita e del tessuto sociale ed ambientale delle zone interessate dagli interventi, ed aumentarne il decoro urbano. Si tratta, come noto, di aree molto frequentate dai cittadini di Perugia, che, grazie a questi lavori significativi, verranno riqualificate e rese più accessibili. In particolare con i due progetti, sia quello inserito nel finanziamento del Por-Fesr 2014-2020 già in atto sia questo relativo alla partecipazione al bando di rigenerazione urbana, puntiamo a valorizzare un’area del nostro territorio migliorandola dal punto di vista ambientale, sociale, sportivo ed infrastrutturale”.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information