Locandina evento 15 maggio(UNWEB) Perugia. Sabato 15 maggio, dalle 9 alle 19, si terrà la seconda parte dell’evento online “L’impatto del cancro: come il paziente affronta la malattia”, organizzato da Udu - Sinistra Univer-sitaria e Asup - Specializzandi Università di Perugia.

L’appuntamento è pensato per gli appartenenti alle professioni sanitarie: la frequenza (limitatamente alla sessione mattutina) permetterà infatti di ottenere crediti Cfu. La partecipazione è comunque libera: chiunque potrà collegarsi, cliccando il link caricato sul sito dell’Università degli Studi di Pe-rugia, nelle pagine dedicate ai corsi di laurea in medicina, odontoiatria, ostetricia, psicologia, logo-pedia, Tepal, fisioterapia, tecnico di radiologia e tecnico di laboratorio.

Dopo un primo incontro che ha registrato oltre 500 presenze, con molte interazioni da parte del pubblico (a testimonianza del grande interesse suscitato dalla tematica), la seconda parte sarà incen-trata sul trattamento del paziente oncologico. Verranno sottolineati, in particolare, il ruolo dell’equipe multidisciplinare e l’importanza degli interventi psicologici clinici per quanto riguarda il decorso della malattia.

Un focus particolare sarà riservato al concetto di “resilienza”, ormai divenuto celebre in tempi di Covid: “La pandemia ci ha costretti a confrontarci con aspetti quali empatia ed ottimismo, per aiuta-re il paziente oncologico che è sempre più solo e per fronteggiare il rischio burnout degli operatori” afferma Antonella Callipari (Udu), moderatrice di giornata insieme al direttore della Struttura com-plessa di Oncologia medica dell’Azienda Ospedaliera Santa Maria della Misericordia, Vincenzo Minotti, a Lavinia Trastulli (Udu) e a Luca Saccarelli (Asup).

Durante la mattinata interverranno anche Anna Maria Biancifiori, dell’Associazione “La Lumaca”, gli oncologi Enrichetta Corgna e Guglielmo Fumi e gli psichiatri Davide Albrigo e Paolo Catanzaro.

Quest’ultimo, responsabile della Scuola di Psicoterapia Gaetano Benedetti e coordinatore dei servizi convenzionati di Psiconcologia dell’Aucc, introduce così la sessione pomeridiana, dedicata alla visione del film “Euforia” di Valeria Golino: “Questa pellicola ripropone in modo lucido le difficoltà di comunicazione che pazienti, familiari e sanitari incontrano confrontandosi con la patologia on-cologica, e soprattutto mette in evidenza che dietro la malattia c’è sempre una persona, con la sua vicenda esistenziale”.

Alla discussione conclusiva interverranno infine la psichiatra Giuliana Nataloni e il professor Franco Roila, direttore dell’Oncologia medica dell’ospedale perugino e docente universitario.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information