IMG 2247 tennisParla il capitano di Davis e Fed Cup, da alcuni mesi supervisore tecnico del circolo perugino

L'ex tennista nr. 7 al mondo in campo insieme a istruttori e maestri della scuola tennis del sodalizio di Via Bonfigli: "La mia esperienza per far crescere i giovani"

PERUGIA – Corrado Barazzutti si è calato alla perfezione nel ruolo di supervisore tecnico del Tennis Club Perugia.

La collaborazione nata alcuni mesi fa tra lo storico circolo perugino ed il capitano azzurro di Davis e Fed Cup prosegue all'insegna dell'intensità e con la voglia di produrre nuovi frutti. "Stiamo proseguendo un discorso tecnico già esistente grazie alla struttura base di questo club, che conta su maestri ed istruttori qualificati – dice l'ex tennista nr. 7 al mondo -. Ora si tratta di migliorare l'aspetto motivazionale ed al tempo stesso fare passi in avanti nella qualità di gioco dei ragazzi della scuola tennis, utilizzando anche delle precise metodologie di allenamento. Vogliamo incentivarli a dare il meglio per raggiungere buoni risultati. Ho scelto di mettere a disposizione la mia esperienza anche per questo motivo, affinché i giovani che rappresentano un valore ed un patrimonio per il futuro siano desiderosi di crescere". Corrado Barazzutti sa bene che il Tennis Club Perugia, uno dei circoli più antichi d'Italia, vuole riverdire gli antichi fasti che lo videro ospitare campionati italiani, un primo turno di Coppa Davis nel 1971 (vittoria 5-0 dell'Italia con la Bulgaria), oltre ad infinite rassegne giovanili di spessore. Il tutto grazie anche al nuovo consiglio insediatosi lo scorso maggio che sta cercando di dare slancio alle attività dello stesso club. Fiore all'occhiello, in questo caso, il Challenger Atp in programma dal 15 al 21 giugno 2015, organizzato dalla Mef Tennis Events di Marcello Marchesini, sul quale Barazzutti non può fare a meno di porre l'attenzione. "Credo che questo torneo rappresenti una iniziativa davvero importante che testimonia la volontà del Tennis Club Perugia di tornare a recitare un ruolo da protagonista nel panorama tennistico. Una rassegna di grande livello è l'ideale per dare un segnale forte e ribadire quanto la tradizione di questo circolo sia radicata a livello sportivo". Infine uno sguardo al tennis italiano. Con gli Australian Open ormai alle porte, l'occasione è propizia anche per parlare delle aspettative di Fognini e company. "Mi auguro naturalmente che sia in campo maschile che in quello femminile i nostri azzurri raggiungano risultati importanti per proseguire nel livello di crescita. In quanto a Davis e Federation Cup abbiamo incontri difficili (rispettivamente contro Kazhakistan e Francia) ma puntiamo come sempre a confermarci su ottimi livelli".

Barazzutti: "Il Challenger Atp al Tennis Club Perugia evento di grande livello"

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information