SIMULAZIONE 2Una delegazione della Asl Roma 1 in visita alla struttura di Marsciano, in arrivo corsi di formazione comuni anche sulle nuove normative per i pronto soccorso

(UNWEB) Marsciano, – Il Centro di formazione in simulazione per emergenza-urgenza della Usl Umbria 1 di Marsciano, è sempre più all’avanguardia ed è ormai un punto di riferimento nazionale, come dimostra la visita della delegazione della Asl Roma 1, composta dal direttore del Pronto soccorso dell’ospedale S. Spirito Maria Paola Saggese, dal direttore del Centro simulazione Ares cardiologia S. Spirito Antonello Cautilli, dalla project manager Giorgia Zunino e dal direttore del Centro Formazione e sviluppo competenze della Asl Roma 1 Franco Cocchi, accolti dal direttore scientifico del centro di Marsciano Francesco Borgognoni. Durante l'incontro con la delegazione romana sono state gettate le basi per una futura collaborazione scientifica tra le due aziende sanitarie per la formazione del personale, dato che la Asl Roma 1 sta aprendo un centro analogo a quello di Marsciano presso il Parco della Salute di S. Maria della Pietà.

A breve gli operatori della Asl romana parteciperanno a un corso avanzato di rianimazione cardio-polmonare a Marsciano. Ma la collaborazione non si fermerà certo a questo. Sono in programma percorsi di formazione formatori in simulazione tra le due aziende da realizzarsi con il Centro di Simulazione dell’Università di Novara, con cui Marsciano ha già una partnership; attività di ricerca per sviluppare sistemi di valutazione della formazione in simulazione che misurino l'impatto della stessa e le sue ricadute sull'attività professionale ed, in generale, un reciproco scambio di buone pratiche e di programmi formativi tra le due ASL.

Il progetto più ambizioso riguarda un programma di formazione comune che le due aziende vorrebbero elaborare per attuare le nuove linee di indirizzo ministeriali per i Pronto soccorso (emanate a maggio 2019) che riguardano il triage, l’osservazione breve intensiva (OBI) e il piano di gestione del sovraffollamento dei Pronto soccorso. Queste nuove linee guida non sono state ancora recepite dalla Regione Umbria ma l’intento è quello di trovarsi preparati con una formazione ad hoc nel momento in cui questa normativa entrerà in vigore.

Il centro di formazione di Marsciano, unico centro di simulazione italiano nato all’interno di una Azienda sanitaria locale, nel 2019 ha effettuato 28 diversi eventi formativi per 172 edizioni corsuali, che si sono tradotte in quasi 1.750 ore di formazione e oltre 3.000 partecipanti tra dipendenti della Usl Umbria 1, dipendenti di altre aziende pubbliche e private umbre e di altre regioni italiane. Un risultato che conclama ed anzi migliora quelli ottenuti negli ultimi anni.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information