(UNWEB) Perugia. Presentato stamane all’Università per Stranieri di Perugia il nuovo corso di laurea triennale dell’Ateneo in Studi internazionali per la sostenibilità e la sicurezza sociale.

Alla conferenza stampa di annuncio erano presenti, insieme alla rettrice Giuliana Grego Bolli, il prof. Valerio De Cesaris, futuro presidente del corso, ed il prof. Mario Giro, ex viceministro degli Esteri e docente di Relazioni internazionali e Geopolitica presso l’ateneo.
“Questo nuovo modulo formativo è legato al territorio umbro ma con un orizzonte internazionale” ha detto il prof. Valerio De Cesaris nel tratteggiarne le caratteristiche, “Poiché – ha continuato - la sostenibilità economica, e quindi il legame con l’economia umbra ed il suo genius loci, ne costituiscono il primo fattore di collegamento sistemico, con il fine di concorrere alle sue istanze di crescita”.

Il piano di studi del SISS declina inoltre la sostenibilità in chiave sociale, avendo a diretto riferimento l’agenda 2030 delle Nazioni Unite in termini di inclusione, estinzione dei conflitti e dialogo tra le compagini multietniche che compongono oggi le Nazioni.
Per primo in Italia il corso ha un approccio volutamente interdisciplinare, con la finalità di garantire una formazione ‘rotonda’ all’operatività sostenibile, in senso economico, ambientale e sociale, su scala territoriale come in ambito transazionale.
Ne costituisce diretta conseguenza il suo piano di studi, comprendente un intero anno di docenza in lingua inglese e ben due esperienze di stage sia in imprese private che nell’ambito di organizzazioni internazionali direttamente impegnate nel settore di riferimento (Croce Rossa Italiana, Comunità di Sant’Egidio, FAO, ecc.).
“Questo corso – ha detto il prof. Mario Giro - nasce e si sviluppa anche in ragione del ripensamento che la corrente emergenza sanitaria impone riguardo alle strategie di risposta alle crisi ed alla costruzione di risposte sostenibili e globalmente condivise. Un percorso di formazione aperto alla dimensione sociale, al territorio e a modelli transazionali di progettualità. “Ciò - ha concluso l’ex viceministro – in ragione del fatto che l’Università, e l’Università per Stranieri in particolare, devono costantemente svolgere il ruolo di punta avanzata di riflessione in ambito politico e sociale, in chiave strategica”.
Ad inaugurare questo nuovo corso di studi saranno tre incontri online, il primo con l’economista Carlo Cottarelli (1 luglio), il secondo con l’ex Presidente del Consiglio Enrico Letta (3 luglio), ed il terzo con L’architetto Tito Boeri (6 luglio).
Tutti i dettagli e le modalità di collegamento per seguire gli eventi sono consultabili nell’home page del sito d’ateneo www.unistrapg.it


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information