20200701 102236 resized(UNWEB) Perugia. SpesaSospesa.org, il progetto di solidarietà circolare partito un mese fa, entra nella seconda fase all’insegna della ripartenza delle aziende del territorio e celebra il primo traguardo raggiunto: il Comune di Perugia destina il corrispettivo di 27mila euro dei 225mila euro complessivamente raccolti in un mese dal lancio della campagna all’Emporio della Caritas locale (con le sue 3 strutture) a cui potranno accedere le famiglie in difficoltà per il proprio fabbisogno alimentare quotidiano.


La cerimonia di consegna si è svolta questa mattina presso la sede dell’emporio della solidarietà “Divina misericordia” a Sant’Andrea delle Fratte alla presenza dell’assessore ai servizi sociali del Comune di Perugia Edi Cicchi, del fondatore di spesasospesa.org Davide Devenuto, dei rappresentanti di Regusto Marco Raspati e Paolo Rellini, della responsabile di spesa sospesa per Sorgenia (main partner del progetto) Marina Vecchio e dell’ideatore dell’emporio Don Claudio Regni.
Il risultato ottenuto evidenzia la valenza sociale di questo progetto e il suo impatto positivo sul territorio: sarà infatti possibile aiutare circa 1.000 nuclei familiari composti in media da 3 persone che afferiscono a questo hub solidale per quasi 2 mesi.
Il modello adottato a Perugia sarà utilizzato anche nelle altre città che hanno aderito all’iniziativa: le donazioni in denaro saranno consegnate ai Comuni o alle associazioni presenti sul territorio e utilizzate per acquistare gli alimenti a prezzi scontati dalle imprese alimentari aderenti. Sarà poi il network di associazioni no-profit accreditate a distribuirli a chi ne ha bisogno. I Comuni così trovano risposta all’esigenza di dialogo, digitalizzazione e connessione diretta con enti non-profit e aziende del territorio, là dove invece la rete analogica può incontrare degli ostacoli: l’obiettivo di SpesaSospesa.org è proprio quello di implementare e favorire questo genere di catene virtuose.
Nel ringraziare Sorgenia, Regusto e tutti coloro che hanno contribuito a rendere possibile l’iniziativa di oggi, l’assessore Edi Cicchi ha sottolineato che il compito del Comune in questo progetto è stato principalmente di fare da “collettore”. Il ruolo delle pubbliche amministrazioni, secondo il pensiero dell’assessore, è proprio questo, ossia mettere in collegamento i soggetti del terzo settore per rispondere ai bisogni dei cittadini. Occorre, infatti, fornire le opportunità di creare relazioni e far conoscere questo mondo, fondamentale ed in grado di fare la differenza.
In un periodo di grande bisogno collettivo, c’è la necessità di soggetti che con la loro opera meritoria permettono di recuperare materiali destinati, altrimenti, ad andare perduti.
L’assessore ha parlato, riferendosi ad oggi, di una giornata importante perché finalmente si sancisce ciò che era nei programmi, ossia valorizzare il terzo settore e far conoscere i benefici del lavoro svolto per il bene comune.
“Questo è uno straordinario progetto, frutto di un’intensa attività volontaria e di valore assoluto”.
Don Claudio Regni, fondatore dell’emporio, ha sottolineato il piacere di stare in mezzo alle persone perbene, ossia a soggetti che operano preoccupandosi degli altri, soprattutto di chi ha veramente bisogno.
L’attore Davide Devenuto, fondatore di spesasospesa.org ha ricordato la genesi del progetto, nato nella fase del lockdown con l’obiettivo di fare qualcosa per gli altri. Il progetto, nato online, si è subito sviluppato in tutta Italia consentendo, contemporaneamente, di aiutare i cittadini in difficoltà, ma anche le imprese, messe a dura prova dalla pandemia e dalla conseguente crisi economica.
Ne è nata una piattaforma innovativa “Regusto”, oggi rappresentata da Marco Raspati che ha parlato di un progetto complesso, nato con l’obiettivo di favorire il recupero degli sprechi alimentari. In pochi mesi il successo è stato garantito con oltre 300mila euro di materiali donati destinati ad aiutare gli indigenti.
Nel dettaglio i flussi di donazioni sono registrati e gestiti attraverso l’innovativa piattaforma di food sharing Regusto, da sempre impegnata nella lotta allo spreco alimentare che, grazie alla tecnologia blockchain integrata, tiene traccia di tutte le transazioni, i movimenti e le destinazioni degli alimenti in totale trasparenza.
Il progetto è stato supportato dalla digital energy company Sorgenia in qualità di main partner che ha coinvolto i dipendenti e la community dei propri clienti per trasformare l’energia utilizzata in cibo, donando il valore dell’ultima bolletta di ciascun utente che decide di aderire all’iniziativa (www.sorgenia.it/spesa-sospesa).
“La grande partecipazione della nostra community ci ha consentito di donare una cifra che equivale al valore dell’energia utilizzata in un mese da un paese di 17.000 abitanti – ha commentato Marina Vecchio, responsabile di Sorgenia per SpesaSospesa.org. Molte aziende del settore agro alimentare nostre clienti hanno colto la grande opportunità di mercato rappresentata da questa iniziativa, vendendo i propri prodotti attraverso la piattaforma Regusto. Siamo di fronte a un progetto circolare, capace di coinvolgere tutti per dare un aiuto concreto a chi è in difficoltà, sia cittadini che piccole aziende”.
L’ambizione di rendere l’iniziativa concreta è stata inoltre alimentata dalla piattaforma di raccolta fondi CharityStars (www.charitystars.com/SpesaSospesa) per effettuare l’acquisto degli alimenti. Le imprese, le catene di distribuzione e i produttori locali possono sia donare i prodotti in eccedenza o in scadenza, sia vendere i propri prodotti a prezzi scontati, contribuendo così alla lotta allo spreco alimentare (www.spesasospesa.org), o sostenere il progetto come sponsor a livello nazionale o territoriale scegliendo di “adottare” un Comune.
SpesaSospesa.org rappresenta ciò che di meglio la solidarietà circolare ha da offrire creando ex novo un vero e proprio circolo virtuoso nato per condividere energie e risorse con chi ne ha più bisogno, mettendo a sistema competenze, necessità, persone e realtà locali. Mai come ora è utile sfruttare un modello che è destinato a funzionare anche in futuro, iniziando da subito ad aiutare la nostra economia a ripartire.

SpesaSospesa.org è un’iniziativa promossa dal Comitato Lab00 Onlus, fondato da Francesco Lasaponara, consulente di startup a vocazione sociale, dagli attori Serena Rossi e Davide Devenuto, dall’AD di Regusto Marco Raspati, da Flavio Barcaccia - CEO di Nexma e da Felice Di Luca, Business Developer di Synesthesia. SpesaSospesa.org è nata e si è sviluppata durante una serie di videoconferenze su zoom e ha coinvolto in breve tempo numerosi partner importanti, ricevendo adesioni da parte delle pubbliche amministrazioni. Primi in Italia a sposare il progetto i Comuni di Napoli, Perugia, Alessandria, Catanzaro e Afragola che hanno già dato il patrocinio all’iniziativa, hanno seguito quello di Città di Castello e la Rete di Comuni Unione Montana Parma Est. È stata inoltre inserita dal Comune di Torino nel portale Torino City Love tra le azioni di solidarietà e innovazione per il territorio.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information