ordine foligno(UNWEB) Foligno. Maggiori uomini e mezzi delle forze dell’ordine a Foligno per contrastare efficacemente le situazioni legate alla sicurezza: è questo l’appello rivolto dal sindaco della città, Stefano Zuccarini, al Prefetto e al Questore.

“Sulla questione della sicurezza – ha detto Zuccarini, nel corso di una conferenza stampa, presenti il vicesindaco Riccardo Meloni e l’assessore Marco Cesaro – non giriamo la testa dall’altra parte”. Zuccarini ha ricordato che ci sono due situazioni che stanno creando allarme sociale: la presenza di soggetti, nell’ambito della comunità Sinti, a Sant’Eraclio, “protagonisti di furti, minacce, estorsioni, risse. L’altra notte sono intervenuti i vigili del fuoco per spegnere un incendio e mettere al sicuro nove bombole di gas. L’altro problema è costituito dallo spaccio in centro, nell’ambito di un’immigrazione fuori controllo”. Il sindaco ha invitato il Prefetto e Questore “a prendere provvedimenti prima che vi sia un irreversibile degenerazione dell’ordine pubblico. C’è un problema di carenza di organico ma anche di anzianità da parte del personale delle forze dell’ordine. A dicembre, con i numerosi pensionamenti previsti, la situazione potrebbe peggiorare. Ringrazio le forze dell’ordine del nostro territorio, per tutto quello che riescono a fare, pur in carenza di organico. Un grazie particolare lo rivolgo al comandante Marco Baffa ed al corpo della Polizia Municipale, per la solerzia ed efficacia negli interventi di polizia giudiziaria, più volte personalmente segnalati”.
Zuccarini ha rivolto un appello ai componenti della comunità Sinti affinchè “come tutti, rispettino le regole della civile convivenza, considerando che hanno ricevuto il sostegno dell’amministrazione comunale, anche nel periodo del Covid, e l’assegnazione di case popolari”. Il sindaco ho posto l’accento, inoltre, sull’attività svolta “per contrastare l’illegalità proseguendo nell’azione di confisca dei terreni illegamente occupati - con pratiche rimaste per troppo tempo nei cassetti - come con gli sgomberi effettuati in via Cupa e via Monte Santo”. Si sta intervenendo con interventi di riqualificazione su piazza Matteotti, spesso sede di spaccio e di attività illegali.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information