AS062631(UNWEB) Perugia. Venerdì scorso, 6 settembre 2019, nell’Oratorio di San Francesco dei Nobili si è tenuta una cena finalizzata alla raccolta fondi per un’importante opera sociale.

Una cornice di assoluta rilevanza storico-artistica ha esaltato l’iniziativa caritativa organizzata dall’Associazione Culturale Beata Colomba da Rieti. Grazie all’ospitalità del Pio Sodalizio Braccio Fortebraccio, l’Associazione con i partecipanti ha avuto modo di vivere momenti d’intensa bellezza ed emozione. Presenti le maggiori Autorità Religiose e Civili, si è assistito a un concerto tenuto magistralmente da UmbriaEnsemble che si conferma come un ensemble di alta qualità artistica e costante ricerca musicale, definito dalla critica come “punta di diamante” della attuale produzione cameristica italiana. Il quartetto d’archi composto da Maria Cecilia Berioli, Cecilia Rossi, Angelo Cicillini e Luca Ranieri ha affascinato i circa 250 ospiti con arie di Mozart, Rossini e Mascagni

Dalla sala si è poi passati nel giardino pensile che ha accolto il convivio reso unico da portate di richiamo cinquecentesco concepite grazie alle indicazioni del Prof. Paolo Braconi, docente universitario, storico dell’alimentazione e fondatore di ArcheoFood, poi realizzati dall’Unione regionale Cuochi Umbri e Unione regionale Cuochi Toscani. Il tutto sotto la sapiente regia dello chef Roberto Lodovichi, titolare di Italian Taste ed organizzatore del banchetto. Ottimi i vini bianchi, rossi e spumanti offerti dalla Cantina Farchioni “Terre de la Custodia”. Si ringraziano anche le altre Aziende che hanno contribuito alla buona riuscita dell’Evento: Acqua Alma microfiltrata e con un gesto di attenzione per l’ecologia; Grafox allestimenti e insegne. Presente anche la Federazione Coldiretti Umbria con prodotti tipici. Main Sponsor della manifestazione: Banco Desio, la Banca del territorio presente con circa 260 sportelli.

La serata ha visto l’adesione di Attività economiche presenti ed operanti nel territorio e di molti amici che hanno voluto contribuire a sostenere gli sforzi per realizzare il recupero dell’immobile della Confraternita di San Giovanni Battista, sito al civico 33 di Corso Bersaglieri a Perugia. La casa di accoglienza, ormai in avanzato stato di ristrutturazione, è un progetto finalizzato ad ospitare persone e famiglie che si trovano in una momentanea situazione di difficoltà sociale o in una situazione di passaggio e che sono provvisoriamente sprovviste di dimora. Qui le persone trovano un rifugio temporaneo, uno spazio abitativo per dormire al riparo dal freddo e dalle insidie della strada, e per tornare a prendersi cura di sé. È un luogo da cui la vita riparte. L’intervento è eseguito su una superficie complessiva di circa 450 mq, in cui sono realizzate 6 camere da letto, dotate di bagni (di cui 2 per disabili) e 3 appartamenti. Inoltre, a servizio della casa è stato progettato un grande spazio polifunzionale con sala ricreativa, un locale lavanderia e una sala dedicata all’accoglienza che è adiacente all’oratorio di San Giovanni, da dove si accede alle scale e all’ascensore che distribuisce ai vari piani. La struttura è senza barriere architettoniche e dotata di moderni servizi. Prestata la massima attenzione per il recupero di un bene di alto valore storico seguendo le attuali indicazioni di rispetto ambientale. Il progetto prevede l’adozione di un sistema di impianti ad elevata efficienza energetica per ridurre al minimo i costi di gestione.

AS062847


Tv ASI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information