Taglio nastro 1(UNWEB) Perugia. È in pieno svolgimento SHARPER – Notte Europea dei Ricercatori, la manifestazione che fa dialogare i cittadini – famiglie, teenager e studenti, ma anche bambini – con i ricercatori di ogni ambito e disciplina, attraverso una serie di eventi divulgativi pensati interamente per il pubblico dei non addetti ai lavori.

Il taglio del nastro ufficiale dell’evento c’è stato nel pomeriggio, presso il Rettorato, e ha visto la partecipazione del Rettore in carica professor Franco Moriconi, del Rettore eletto professor Maurizio Oliviero e il coordinatore di Sharper per l’Ateneo di Perugia professor Helios Vocca. Presenti, inoltre, Leonardo Alfonsi e la professoressa Irene Biagini della società di comunicazione scientifica Psiquadro. il vicequestore Rosalba Stramandino della Polizia di Stato, la professoressa Patrizia Cenci della sezione di Perugia dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e la rappresentanza dell’amministrazione municipale.

“Un grazie al professor Helios Vocca e quanti si sono adoperati per realizzare la manifestazione di Sharper, la Notte Europea dei Ricercatori - ha detto il professor Moriconi -. È nata sei anni fa e il coinvolgimento dell’Ateneo di Perugia è frutto di una scelta precisa, fatta in questi anni, di amore per la cultura, la scienza, la tecnologia, l’arte e la storia; con riscontri positivi. Ha dato la possibilità, infatti, alla cittadinanza e ai giovani e giovanissimi di vedere quello che si fa all’interno dell’Università. Sono contento che oggi ci sia il Rettore eletto professor Oliviero: sta a significare che, anche in questo caso, c’è un passaggio di consegne per dare continuità alla Notte dei Ricercatori”.

“Voglio ringraziare tutti coloro che si sono adoperati per realizzare questa bellissima giornata che ci manda due messaggi molto importanti – ha evidenziato il professor Oliviero -. Innanzitutto che l’Università è un luogo dove noi possiamo attraverso anche la ricerca costruire le migliori qualità di vita per il nostro futuro. Inoltre che la ricerca, attraverso l’Università pubblica è anche un momento straordinario di equità sociale: il fine della ricerca è, infatti, la costruzione dell’equità sociale. Siamo un Ateneo pubblico e i nostri giovani devono sapere che qui possono avere i migliori insegnamenti, che qui possono costruire il loro miglior futuro, che qui possono diventare maestri per l’umanità”.

Sharper Night 2019 a Perugia sarà caratterizzato da una lunga maratona di incontri con la scienza, sino alla mezzanotte, con 70 appuntamenti frutto del contributo di tutti i 16 Dipartimenti dell’Ateneo perugino animando il centro storico del capoluogo umbro e la nuova area urbana di Monteluce.

Sono 16 i luoghi coinvolti fra strutture universitarie, musei, sale storiche, birrerie, giardini e teatri: 1. Palazzo Murena sede del Rettorato (Piazza dell’Università, 1); 2. il Dipartimento di Fisica e Geologia (Via A. Pascoli); 3. il Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie (Via Elce di Sotto); 4. il Dipartimento di Scienze, Farmaceutiche (Via del Liceo, 1); 5. La Palazzina di Geologia e Paleontologia (Piazza dell’Università); 6. il Dipartimento di Matematica e Informatica (Via A. Pascoli); 7. il Dipartimento di Scienze Politiche (Via A. Pascoli); 8. il Dipartimento di Economia (Via A. Pascoli, 20); 9. il Dipartimento di Giurisprudenza (Via A. Pascoli, 33); 10. l’Elfo Pub (Via Sant’Agata); 11. la Biblioteca S. Matteo degli Armeni (Via Monteripido, 2); 12. l’Arco di via dei Priori (Via dei Priori); 13. il Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione (Piazza Ermini, 1); 14. la Gipsoteca (Via dell’Aquilone, 7); 15. il Minimetrò (Capolinea e tutte le stazioni); 16. la Piazza Monteluce.

Per scoprire i tanti temi che verranno affrontati nel corso del pomeriggio si veda il programma completo all’indirizzo: http://bit.ly/2kupVnW

A dialogare con le curiosità del pubblico di tutte le età saranno oltre 100 professori e ricercatori dell’Ateneo perugino, insieme a 121 fra dottorandi, assegnisti, studenti: sarà un’occasione preziosa, insomma, per conoscere idee, progetti e sfide che legano Perugia alla comunità nazionale e internazionale della ricerca oltre che per comprendere il ruolo che la scienza ha nella società e nella vita di tutti i giorni dei cittadini.

A Perugia l’evento si tiene per il sesto anno consecutivo ed è organizzato dall’Università degli Studi di Perugia in collaborazione con Psiquadro e con il patrocinio di Regione Umbria e Comune di Perugia.

Molti anche gli appuntamenti che animeranno i laboratori aperti nella zona di via Pascoli nei Dipartimenti di Fisica e Geologia, di Chimica, Biologia e Biotecnologie, di Scienze Farmaceutiche, di Matematica e Informatica: un’occasione davvero imperdibile per vedere cosa fanno, dove e come lavorano i ricercatori universitari.

Nel pomeriggio, tra le 16 e le 19, poi, in collaborazione con Minimetro spa si svolgerà un insolito “Scienziati a bordo”: sulle vetture del Minimetrò, un team di ricercatori intratterrà i passeggeri con brevi racconti di scienza e curiosità dal mondo della ricerca.

Sharper – Notte Europea dei Ricercatori si svolge oggi in contemporanea in 12 capoluoghi di provincia per un totale di 8 regioni: insieme a Perugia, Ancona, Cagliari, Caserta, Catania, L’Aquila, Macerata, Napoli, Nuoro, Palermo, Pavia, Trieste, per un totale di più di 600 attività tra mostre, spettacoli, concerti, giochi, conferenze e centinaia di altre iniziative realizzate da oltre 4000 ricercatori.


Tv ASI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information