welfare3Al via dal prossimo fine settimana un nuovo progetto che vede coinvolti soggetti con difficoltà psichiche e cognitive
(UNWEB) – Trasimeno, – C’è un filo rosso che quest’anno lega le tre manifestazioni autunnali del Trasimeno: la Festa della Castagna di Piegaro, Zafferiamo di Città della Pieve e Olivagando di Magione. E si chiama “Festival del paesaggio”.


Alla sua prima edizione, il Festival, sotto lo slogan “Condividere i saperi crea una comunità inclusiva”, è legato al progetto “I Patrimoni museali del Trasimeno per un welfare di comunità. La democratizzazione della cultura a partire da “TrasiMemo Arts&Crafts” che in quattro comuni (Città della Pieve, Magione, Paciano e Piegaro) sta coinvolgendo giovani con difficoltà psichiche e cognitive.
E saranno proprio questi comuni, in occasione delle loro principali manifestazioni autunnali, a ospitare il Festival grazie alla forte collaborazione con le associazioni dei territori interessati.
Dopo aver partecipato per alcuni mesi ai laboratori attivati nei Musei del territorio (il Museo del vetro di Piegaro, il Museo della pesca di San Feliciano, il Museo di storia naturale e del territorio Verri di Città della Pieve e TrasiMemo di Paciano), gli allievi avranno adesso modo di vivere direttamente la comunità e le proprie tradizioni.
Il Festival ha lo scopo infatti, come spiegano i promotori, “di creare una rete di relazioni e di restituire il valore della fruibilità patrimoniale, anche in un’ottica terapeutica e di inclusione sociale. Il welfare di comunità verrà celebrato inserendo le attività negli appuntamenti noti e riconosciuti dalla collettività del Trasimeno”.
Si partirà questo weekend con la Festa della Castagna di Piegaro, all’interno della quale gli allievi esporranno i propri prodotti in vetro ed effettueranno visite guidate al Museo.
Il Festival si sposterà poi a Città della Pieve dal 25 al 27 ottobre per Zafferiamo. Qui oltre ad effettuare le visite guidate al Museo Verri prenderanno parte ad iniziative di land art.
Dal 16 al 17 novembre sarà invece la volta di Olivagando a Magione. In questa occasione è prevista un’uscita fotografica in barca a vela e un laboratorio di ricamo.
In tutte e tre le kermesse sarà allestita la mostra “Civica photo voice”.
Un posto speciale è infine riservato a Paciano, dove sono state gettate le basi del progetto grazie ad una precedente sperimentazione. Presso TrasiMemo (Banca della memoria del Trasimeno) si terrà il convegno finale, previsto per il 6 e il 7 dicembre 2019.
È in programma una seconda edizione del Festival del Paesaggio nel 2020 che vedrà protagonisti anche i restanti comuni dell’Unione del Trasimeno.
Il Progetto è finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Usl Umbria1, quattro comuni dell’Unione dei Comuni del Trasimeno e promosso dalla Cooperativa Frontiera Lavoro.


Tv ASI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information