Unknown 2(UNWEB) Perugia, - “La cooperazione è una delle armi che abbiamo per contare nel mondo, insieme alla politica culturale, alla politica diplomatica e alle imprese.

La cooperazione, in senso generale, è una grande opportunità di lavoro per i giovani umbri, gli universitari e non solo, perché c’è tanta richiesta di eccellenza italiana nel mondo e quindi dobbiamo avere uno sguardo più aggiornato su cosa rappresenta la cooperazione internazionale. È importante il ruolo dell’Università perché è uno dei luoghi dove gli stessi stranieri vengono a studiare per formarsi. Il lavoro dell’Università, in congiunzione con il sistema universitario, per esempio africano o latino-americano, è essenziale. Il modello italiano è un buon modello che viene richiesto nel mondo di cui si ha stima”. Lo ha affermato Mario Giro, vice ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale in occasione del seminario di orientamento “Lavorare nella cooperazione internazionale”, tenutosi nella Sala Goldoni di Palazzo Gallenga dell’Università per Stranieri di Perugia. Insieme al Viceministro Giro erano presenti il professor Emidio Diodato, docente di Relazioni Internazionali e Geopolitica, e il rettore, professor Giovanni Paciullo che ha definito l’iniziativa “Un’opportunità perché consente soprattutto d’individuare i possibili sbocchi occupazionali dei percorsi di formazione che si preparano in questa università. La Stranieri – ha aggiunto il rettore – è un’università internazionale che ha percorsi di formazione a misura dell’internalizzazione che si preoccupa di fare strada ai giovani che escono da questo ateneo. Già delle opportunità sono venute avanti e sono state colte. Oggi offriamo, con l’autorevolezza del viceministro Giro, un quadro molto articolato di opportunità”.

Il Viceministro Mario Giro ha presentato tutte le opportunità di lavoro che la Cooperazione internazionale offre ai giovani e ha spiegato le modalità di partecipazione per accedere alle borse di studio offerte dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo sviluppo (www.aics.gov.it) che verranno assegnate dal 2018.
“Ci sono moltissime possibilità – ha spiegato Giro – tra ONG, che stanno assumendo, ma anche nelle istituzioni. Si può partire senza andarsene, perché non è vero che in Italia non c'è occupazione”. Diverse dunque le possibilità offerte dai campi di lavori agli agenti temporanei impiegati nell'Unione Europea con contratti di sei anni e una retribuzione fino a 5.800 euro. Varie le proposte dal coordinatore e project manager nelle Organizzazioni internazionali all’addetto alla promozione culturale (www.aics.gov.it).

A questa giornata dedicata alla Cooperazione, una specie di “Job Fair”, di fiera del lavoro, non sono mancate le testimonianze dirette di ex studentesse e studenti della Stranieri che hanno presentato agli studenti il loro lavoro nella cooperazione: Matteo Landi, “UNIDO”, agenzia specializzata delle Nazioni Unite per l'incremento delle attività industriali dei paesi membri; Michele Mommi FELCOS Umbria, un fondo di Enti Locali per la cooperazione decentrata e lo sviluppo umano sostenibile; Domenico Lizzi, Tamat Ong. A queste si aggiunge l’esperienza di uno stage in Etiopia raccontato da Veronica Fani, studentessa iscritta al corso di Laurea magistrale in “Relazioni internazionali.
Il seminario di orientamento è parte integrante del percorso di preparazione del primo Forum nazionale della Cooperazione che si terrà a Roma nel 2018. Idee, spunti, riflessioni e iniziative di particolare interesse verranno valorizzati e portati al Forum per rilanciare la Cooperazione Internazionale.


Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information