kmzerotourMorini –"Supereremo le disparità di visibilità con altri territori"

(ASI) Nocera Umbra. Anche quest'anno si rinnova "Km Zero tour", il progetto dell'agenzia "Mercurio" volto alla valorizzazione del territorio e delle bellezze umbre.

Giunto alla sua terza edizione e finanziato dalla Regione Umbria con il contributo dell'Unione Europea, dopo i successi degli anni precedenti in 8 comuni del Lago Trasimeno, da quest'anno includerà la zona di Nocera Umbra e la Valtopina. Con il nome di "Sorella Acqua", un riferimento a una delle più rinomate risorse del territorio di Nocera, parte dunque l'iniziativa che porterà i turisti a letteralmente "vivere" il territorio e i suoi tesori naturalistici, artistici e gastronomici.


Nel corso della conferenza stampa di presentazione tenutasi ieri presso la sala della giunta comunale di Nocera Umbra, l'assessore alla cultura e al turismo Luciano Morini, ha parlato di "occasione storica di rilancio" con riferimento alla prossima completa riapertura del centro storico che era rimasto parzialmente inaccessibile al pubblico per anni dopo il tragico sisma del 1997. "Grazie a questa iniziativa sarà possibile mettere in "contatto" il centro storico con le periferie, senza dimenticare le bellezze naturalistiche della Valtopina"- ha esordito Morini il quale ha poi specificato la grande attenzione che verrà accordata agli aspetti della sostenibilità del turismo e della valorizzazione dei prodotti tipici enogastronomici parlando di "occasione per superare la disparità di visibilità tra il territorio di Nocera e le realtà maggiormente servite dalle infrastrutture di trasporto". Morini ha precisato il nome stesso del progetto, "Sorella acqua", non è da intendersi come legato solo alla più conosciuta delle risorse naturali di Nocera Umbra, ma che vuole essere un richiamo di collegamento alla tradizione francescana molto presente in questi luoghi. "Questo progetto sarà come l'acqua: "bagnerà" il territorio scendendo in tanti piccoli rivoli fino in profondità"- ha spiegato Morini facendo riferimento alla concezione quasi "familiare" del progetto "Sorella Acqua", che porterà i turisti ad esplorare il territorio e le aziende di prodotti tipici all'insegna della "calma e tranquillità".
Monica Giommini, in rappresentanza dell'Agenzia Mercurio, ha parlato di "uno strumento in più alle strutture ricettive" che sarà fornito dal fatto che l'iniziativa si basa essenzialmente su aspetti di socialità e coinvolgimento dei turisti in attività mirate che valorizzeranno le risorse del territorio avvalendosi di maestranze ed esperti locali. "Nocera Umbra sta conoscendo una fase di sviluppo straordinaria. Noi la aiuteremo mettendo in comunicazione il "pubblico", ad esempio i monumenti o le bellezze naturali, in collegamento con il "privato", come ad esempio le piccole aziende che operano sul territorio, e valorizzandole entrambe"- ha dichiarato la Giommini. In questo senso l'organizzazione del progetto ha fatto largo affidamento sulle associazioni e sulle maestranze locali poiché "nessuno può raccontare il proprio territorio meglio di colui che lo vive". Si è poi soffermata sull'idea di "socialità" che sarà garantita dall'uso di autobus per quelle che saranno di fatto visite guidate al territorio all'insegna dell'ecosostenibilità e anche al fine di superare il problema dell'isolamento del territorio di Nocera Umbra. Inoltre quest'anno l'idea sarà anche quella di collegare il progetto "Sorella Luna" con gli altri attualmente in corso di svolgimento nel territorio del Trasimeno e soprattutto con "Il Sentiero Francescano". In particolare il collegamento con quest'ultima garantirebbe uno scambio tra le due diverse tipologie di turismo, quello familiare e quello religioso, creando una sorta di "comunicazione a doppia via" tra i due progetti che potrebbero beneficiare anche dello scambio delle rispettive categorie di riferimento con ovvi benefici in termini di presenze e di valorizzazione del territorio. A tal riguardo l'assessore Morini ha precisato che "la strategica posizione di Nocera Umbra tra Spoleto, Foligno e Perugia, la rende un' ottimo "trampolino di lancio" presso cui i turisti potranno stabilire la propria base di partenza da cui esplorare il territorio umbro e conoscerne le bellezze". Il progetto prenderà il via a partire da domenica 22 marzo con una visita al borgo di Nocera Umbra e al Museo Archeologico. Seguiranno numerosi altri eventi che spazieranno da visite guidate nelle aziende enogastronomiche locali, a concorsi arti stitici e fotografici, all'esplorazione delle bellezze naturalistiche locali. Le date e la descrizione degli eventi sono consultabili sul sito internet di Km Zero tour.

Cenusa Alexandru Rares – Agenzia Stampa Italia

 

Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information