DSC1014A Perugia presentati i primi dati dell’osservatorio sulla salute psicologica

Lazzari: “Sull’aiuto psicologico ancora non c’è una organizzazione adeguata dei servizi per la salute. E manca una presenza psicologica adeguata nella scuola e nei servizi sociali”

(UNWEB) PERUGIA – Un focus approfondito sul delicato tema dei diritti dell’infanzia e adolescenza sviluppato, con esperti, da diversi punti di vista, anche attraverso i dati sulla salute psicologica dei minori in Umbria, rilevati dall’Osservatorio sulla Salute Psicologica promosso dall’Ordine Psicologi Umbria. Ma anche e soprattutto la musica, anzi la poesia di Simone Cristicchi, il cantautore che ha incantato la sala dei Notari. Successo lunedì per uno degli appuntamenti di punta dello Psicologia Umbria Festival, evento promosso dall’ordine degli Psicologi che si svolge fino al 12 ottobre in varie città della regione. Il partecipato convegno-spettacolo di ieri ha permesso anche di fare il punto su una serie di dati relativi alla realtà umbra.

GLI OSPITI Fra i relatori il professor Paolo Carpi che ha illustrato i problemi della tutela psicologica dei minori nel contesto giuridico quando vittime di traumi ed abusi, e Daniela Invernizzi (Unicef) che ha approfondito i contenuti della convenzione internazionale sui diritti dei minori. Gabriella Scaduto e Michele Capurso hanno invece illustrato le azioni e gli interventi psicologici che possono essere attuati per migliorare le risorse psicologiche nei minori, soprattutto in quelle situazioni e nei contesti a rischio e svantaggiati o che hanno vissuto traumi di vario tipo.

SINERGIA TRA PROFESSIONI Insieme al presidente dell’ordine David Lazzari, in apertura ha portato il saluto della città il vicesindaco Gianluca Tuteri, che ha sottolineato, anche nella sua veste di pediatra, l’importanza della collaborazione tra medici, psicologi e altre figure per assicurare interventi integrati ai minori e alle loro famiglie. A Lazzari il compito di presentare i primi dati sulla salute psicologica dei minori in Umbria rilevati dall’Osservatorio sulla Salute Psicologica promosso dall’Ordine Psicologi Umbria.

L’INDAGINE Dall’indagine emerge che il 9% delle donne umbre vive situazioni di stress e disagio psicologico significativo in gravidanza e la percentuale sale al 14% nei primi mesi di vita del bambino. Ma solo 3 donne su 10 trovano un aiuto psicologico nei servizi pubblici. Circa 1 persona su 4 in Umbria (dato più alto del nazionale che è al 19,5%) vive disagi legati alla famiglia (conflitti di coppia, problemi con i figli) ma solo 1 su 5 ha potuto giovarsi di un aiuto psicologico. Sempre dai dati emerge che 2 adolescenti su 10 (dato nazionale 17,5%) soffre di problemi e forme di disagio psicologico e solo in 3 casi su 10 i ragazzi o le famiglie possono contare in un sostegno psicologico.

IL PUNTO “Tutte queste situazioni – ha detto il presidente Lazzari – sono previste nei Livelli Essenziali di Assistenza e dovrebbero poter avere la garanzia di un aiuto psicologico, ma in Umbria questo accade solo nel 23% dei casi, circa 8 persone su 10 non lo ricevono perché non c’è una organizzazione adeguata dei servizi per la salute e manca una presenza psicologica adeguata nella scuola e nei servizi sociali. Poiché i disagi nell’infanzia si ripercuotono nella vita adulta come ci dicono di dati della ricerca questo mancata prevenzione o intervento produce gravi conseguenze per le persone e la società”.

LA POESIA DI CRISTICCHI A dare prestigio all’evento l’applaudito intervento di poesia e musica di Simone Cristicchi, che ha commosso la platea raccontando le sue esperienze con i bambini ed i ragazzi svantaggiati in Italia e nei Paesi più poveri, che hanno ispirato alcuni suoi brani. “Per me è stato speciale potervi parlare – ha detto – e potervi raccontare il mio mondo. Entrare in questa sala stupenda è stato come sognare”.

 DSC0947

 DSC0955

 DSC0980


Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information