PB040416(UNWEB) Perugia. Sono stati il Presidente della Fondazione POST Francesco Gatti, il vice presidente Irene Biagini e il Consigliere Giacomo Giorgi a presentare, questa mattina, nel corso di un’apposita conferenza stampa a Palazzo dei Priori a cui hanno preso parte anche l’assessore alla Cultura del Comune Leonardo Varasano e la consigliera della Provincia di Perugia Erika Borghesi, il nuovo corso del Museo della Scienza della città, con il rinnovato CdA e i tanti progetti in serbo per il futuro.


Dopo sei mesi di chiusura, dovuta a grave crisi finanziaria che ha imposto anche il collocamento in cassa integrazione dei sei dipendenti, il Centro della Scienza cittadino è finalmente pronto a riaprire i battenti. La riapertura è stata possibile grazie alla conferma dell’assegnazione del finanziamento triennale del MIUR, arrivata a settembre, e alla riconferma dei contributi stanziati dai soci Comune di Perugia, Provincia di Perugia e Regione dell’Umbria. Nonostante le difficoltà non ancora appianate, il Post rinascerà per continuare a erogare un servizio pubblico indispensabile e prezioso per le scuole e la cittadinanza tutta.
Il 25 ottobre 2019 si è ufficialmente insediato il nuovo Consiglio di Amministrazione della Fondazione POST costituita da Comune di Perugia e Provincia di Perugia per gestire il Museo della Scienza POST – Perugia Officina della Scienza e della Tecnologia. Presidente è l’Avv. Francesco Gatti, nominato dal Comune di Perugia cha ha inoltre riconfermato la designazione della Dott.ssa Irene Biagini; mentre la Provincia di Perugia ha incaricato come proprio rappresentante il Prof. Giacomo Giorgi.
Il nuovo presidente del POST Gatti ha ringraziato tutte le Istituzioni e gli Enti, anche privati, che hanno permesso la riapertura del museo, ringraziando anche tutti i soggetti che l’hanno preceduto nell’incarico. Ha sottolineato che giovedì 7 si riparte con una nuova mostra innovativa sia nell’aspetto dell’allestimento, interamente eco-friendly, che nei contenuti che saranno, oltre che interattivi, accessibili a tutti. Il Presidente ha inoltre dichiarato come l’accessibilità sia un valore che il POST vuole portare avanti anche nei progetti futuri per garantire una cultura libera e fruibile da parte di qualsiasi soggetto.
Il Presidente ha illustrato poi come il POST ricominci anche dalla comunicazione, con un nuovo sito e con un’attenzione maggiore ai canali social.
L’Avv. Gatti ha posto l’accento su come, in accordo con il Comune, si stia pensando anche ad una rivalutazione della piazza antistante gli spazi del museo per renderla finalmente fruibile come ritrovo sociale che dia valore aggiunto allo stesso museo e non più come parcheggio. Un luogo destinato finalmente alle persone, e non alle auto. Ha infine evidenziato che i problemi del POST non sono ancora risolti e ha rivolto un appello accorato chiedendo alle istituzioni, e non solo, di non lasciare solo il POST in questo momento di rinascita nonostante una situazione economicamente non semplice. “Non va lasciato solo il POST” – ha detto l’Avv. Gatti – “e non va lasciata sola la cultura”.
“Con la riapertura del POST –ha detto, dal canto suo, l’assessore alla Cultura del Comune, Leonardo Varasano- non celebriamo solo la ripresa dell’attività, ma anche la tenacia, la passione e la capacità di non arrendersi di tutti i dipendenti del museo. La tentazione di mollare sarebbe stata facile e comprensibile e invece ho visto persone che amano il proprio lavoro, che ci tengono particolarmente e che hanno saputo trasmettere questa passione alla città. L’amministrazione comunale –ha ribadito- conferma il proprio sostegno al Post perché ci sentiamo parte di esso e perché siamo consapevoli che esso sia un bene per la nostra città. Il Post non è solo un museo, ma un punto di riferimento educativo per i giovani.”
Anche la consigliera Borghesi è intervenuta in conferenza augurando un buon lavoro al nuovo c.d.a., alla direzione del POST e a tutto lo staff. Ha sottolineato l’importanza dell’entusiasmo del nuovo Presidente nel presentare la rinascita del museo della scienza della città. Erika Borghesi ha confermato la vicinanza della Provincia al POST sottolineando che, nonostante le difficoltà, la Provincia ha tenuto a dare anche un contributo economico a dimostrazione di quanto il POST conti per le istituzioni locali.
La direttrice del post, Anna Rebella, visibilmente commossa, ha ringraziato per l’intervento dell’Assessore Varasano evidenziando come abbia colto nel segno in quanto per tutto lo staff del museo il POST non è un semplice lavoro ma negli anni è diventata una “casa”. “La riapertura del POST” – ha detto Anna Rebella – “è frutto di uno sforzo collettivo e corale di tutti. Un grazie va al nuovo c.d.a. e al nuovo Presidente che già in pochi giorni ha dimostrato di crederci partecipando attivamente alla vita del museo”.
La direttrice ha sottolineato l’importanza del lavoro fatto anche dal precedente c.d.a. presieduto dal Prof. Luca Gammaitoni, che ha fatto di tutto per portare avanti il POST nonostante le enormi difficoltà. Ha, quindi, concluso ponendo l’attenzione sul fatto fondamentale che il POST riapre ma ancora i problemi ci sono e c’è bisogno dell’aiuto di tutti, a partire dalle istituzioni, per andare avanti.
Anche Irene Biagini Vice presidente Fondazione POST ha evidenziato come siano stati anni di intense difficoltà, ma in cui si è continuato a crederci perché la città ha chiesto a grande voce la riapertura del museo cittadino. Biagini si è detta fiduciosa che la strada intrapresa porterà a grandi cose. “Il museo POST” – ha dichiarato – "è a disposizione di tutta la città e interessa un pubblico vastissimo di tutte le età”.
Infine, il prof. Giorgi si è unito ai ringraziamenti alle Istituzioni e a tutto lo staff del POST. Ha poi posto l’accento sull’importanza del valore sociale di questo museo che aiuterà le nuove generazioni a comprendere l’oggettività della scienza. “Il lavoro portato avanti dallo staff del POST è un lavoro di estrema importanza perché” – ha continuato il Prof. Giorgi – “divulgare la scienza va al di là della scienza stessa”.

NUOVI ALLESTIMENTI - Il POST rappresenta la principale struttura museale in Umbria nel settore della divulgazione scientifica ed è un punto di riferimento nel territorio che, attraverso numerose e diversificate attività per un pubblico di ogni età, promuove in maniera attiva la diffusione e l’approfondimento di temi scientifici - tecnologici di attualità ponendosi come interlocutore tra il mondo della ricerca e la società.
Giovedì 7 novembre 2019 ore 18.00 il POST riaprirà finalmente le sue porte al pubblico con l’inaugurazione della nuova mostra sensoriale interattiva “Un inverno bestiale. Strategie animali per sopravvivere al freddo”, esposizione sostenuta dal Comune di Perugia e patrocinata dalla Regione dell’Umbria e dalla Provincia di Perugia. Il percorso è stato realizzato con la preziosa collaborazione della Galleria di Storia Naturale di Casalina del CAMS - Centro di Ateneo per i Musei Scientifici Università degli Studi di Perugia che, oltre alla consulenza scientifica, ha fornito gli animali che saranno in esposizione, svolgendo così un ruolo fondamentale nel riallestimento degli spazi museali. Il percorso offre ai visitatori descrizioni ricche di sorprendenti curiosità sul mondo animale, immagini suggestive e postazioni sperimentali, realizzati grazie al contributo di Coop Centro Italia (Sezione Soci Perugia1) e alla collaborazione di NiPS Laboratory dell’UNIPG, Grafox Digital Print, Steroglass, Ideastars cartacreativa e CineGatti.
L’allestimento della mostra, interamente eco-friendly ideata in cartone, è stato curato da B-trade S.R.L. e Mauro Benedetti SPA, che riveste anche il ruolo di sponsor dell’evento. Un viaggio nella stagione più dura per gli animali che attuano le più diverse strategie per affrontare le basse temperature e la carenza di cibo grazie alle loro straordinarie e differenziate capacità di adattamento ai cambiamenti.
Il percorso espositivo, che propone trasversalmente letture rivolte ai diversi target, prevedrà, per la prima volta, uno spazio specifico dedicato esclusivamente ai bambini che potranno esplorare a 360° il curioso mondo della marmotta grazie a un tunnel sensoriale interattivo e l’angolo del piccolo naturalista, realizzato in collaborazione con Amorini Outdoor.
In occasione della riapertura sarà anche inaugurato, all’interno del museo, un corner permanente dedicato ai piccolissimi esploratori 0-3 anni grazie alla preziosa collaborazione di Città del Sole Perugia che da anni crede e sostiene le attività del POST. Lo spazio fungerà da laboratorio esperienziale animato anche in collaborazione con le realtà dei CET (Centri Educativi Territoriali) all’interno del Progetto Edu Sostenibile contro la povertà educativa, di cui il Post è partner.
UNA MOSTRA SENSORIALE INTERATTIVA PER TUTTI - La mostra sensoriale interattiva si inserisce anche nell’ambito del progetto “POST SENSORY FRIENDLY – ACCESSIBILITA’ E MULTISENSORIALITA’ AL MUSEO” sostenuto della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, e, grazie alla collaborazione di U.I.C.I. di Perugia (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti – ONLUS), I.Ri.Fo.R Onlus (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione) e C.C.T di Assisi (Centro di Consulenza Tiflodidattica di Assisi della Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi Onlus), si pone come promotrice e divulgatrice della cultura dell’accessibilità museale.
POST Sensory Friendly nasce nel 2018 con lo scopo di offrire alla collettività la possibilità di prendere parte al processo scientifico e all’offerta culturale in generale, interpretando le esigenze di diversi pubblici e adeguando linguaggio ed esperienza immersiva per rendere fruibile a tutti una visita museale significativa.
PROGETTI FUTURI, DigiPASS E OFFERTA FORMATIVA PER LE SCUOLE - Il POST rinasce con la volontà di realizzare nuovi e importanti progetti per la realtà cittadina e non solo. La prima importante opportunità offerta dal Comune di Perugia è quella di essere stato scelto, insieme a Informagiovani Perugia, come sede del servizio DigiPASS della Regione Umbria, e con contributo che sarà da questa erogato. Il POST arricchirà quindi la sua offerta alla città e, dal mese di febbraio 2020, sarà anche uno spazio pubblico dedicato all’accompagnamento di cittadini e imprese nell'utilizzo di servizi digitali. Il DigiPASS di Perugia, essendo anche HUB, sarà il primo sul territorio regionale ad essere corredato da uno spazio FabLab che permetterà a imprese, privati cittadini e scuole di cogliere le opportunità delle nuove tecnologie digitali.
Dal mese di novembre 2019 riprenderanno anche tutti i servizi offerti dal museo, dalla possibilità di festeggiare un compleanno scientifico all’interno delle sale de museo, all’offerta formativa rivolta alle scuole. Queste ultime in particolare potranno riprendere le consuete visite al museo e partecipare attivamente ai tanti laboratori che da anni sono parte integrante del programma curriculare del territorio umbro e non solo. Il POST, infatti, è da oltre 15 anni punto di riferimento per il tessuto regionale scolastico, vedendo oltre 20.000 studenti all’anno prendere parte all’offerta didattica che approfondisce tutti i principali temi scientifici e tecnologici.
Riconfermata anche la consolidata collaborazione con il Gruppo Grifo Agroalimentare che, ormai da diversi anni, affida al POST e al suo staff le visite didattiche di approfondimento dedicate alla scoperta della filiera del latte nei suoi molteplici aspetti.
APERTURA STRAORDINARIA - Il primo week-end di riapertura del POST si prevedono, in via straordinaria, tre giorni di orario continuato a ingresso gratuito. In particolare il pubblico potrà visitare il nuovo allestimento dalle ore 10 alle 18.30 nella giornata di venerdì 8 e dalle 10 alle 19.30 nelle giornate di sabato 9 e domenica 10 novembre. Venerdì 8 e sabato 9 sono inoltre in programma i primi due eventi di approfondimento correlati alla mostra.
APERTURA AL PUBBLICO MUSEO POST - Dopo il primo week end di riapertura straordinaria ad ingresso gratuito con orario continuato, il POST dal 15 novembre seguirà i seguenti orari di apertura al pubblico:
_ venerdì-sabato-domenica e festivi: 15.30-18.30 nel periodo 1° ottobre-30 aprile; 15.30-19.30 nel periodo 1° maggio - 30 settembre.
L’ingresso al pubblico prevede la reintroduzione di un biglietto d’ingresso al museo e la possibilità di acquisto di card nominali o familiari per garantirsi l’ingresso a un costo agevolato per un intero anno solare.

Francesco Gatti - Avvocato del Foro di Perugia, con prevalente esercizio nel settore penale. Già Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Perugia per due mandati, responsabile della formazione. Attualmente è componente del Comitato Scientifico della Scuola Forense di Perugia “Gerardo Gatti” e delegato al Congresso Nazionale Forense. Ha al suo attivo diverse pubblicazioni scientifiche e circa cinquanta tra relazioni ed interventi in convegni e congressi giuridici, aventi anche rilievo nazionale.
Irene Biagini - Laureata in fisica, dopo un’esperienza quinquennale nel campo dell’ICT dal 2003 si occupa principalmente di comunicazione e didattica della scienza e in particolare di ideazione, progettazione, organizzazione e gestione di progetti ed eventi scientifici nel contesto nazionale e internazionale. E’ presidente dell’impresa sociale Psiquadro che dal 2002 opera nell’ambito dell’impresa culturale e creativa.
Giacomo Giorgi - Ricevuto il PhD in Scienze Chimiche presso l’Università di Perugia nel 2003, ha inizialmente svolto attività di ricerca in collaborazione coi laboratori STMicroelectronics di Catania concentrando le sue attenzioni sullo studio teorico di processi di interesse alle superfici tecnologiche di silicio (grafting/etching). Dal 2009 si è trasferito per attività post-dottorale presso l’Università di Tokyo studiando sempre tramite metodologie ab-initio processi di interesse in microelettronica (interfaccia Si/ossidi high-k) e in optoelettronica (sistemi TiO2 a bassa dimensionalità per fotocatalisi). Nel 2012 è divenuto Project Assistant Professor presso i laboratori del Research Center of Advanced Science and Technology (RCAST) sempre presso la Università di Tokyo: in questo periodo ha cominciato ad interessarsi allo studio di materiali innovativi per fotovoltaico (perovskiti ibride). Ancora, dal 2013 fino al 2015 è stato Senior Researcher presso l’Università di Tokyo. Attualmente ricopre il ruolo di Professore Associato di Chimica presso il Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale (DICA) dell’Università di Perugia.


Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information