2019 11 12 AospTerni vaccino influenza DeFinoDS Scaccetti SIT(UNWEB) Terni. De Fino e Scaccetti invitano a vaccinarsi: l'obiettivo è contenere il contagio del virus influenzale per prevenire temibili complicanze in soggetti già malati e vulnerabili e garantire le scorte di sangue anche nel periodo in cui l'influenza raggiungerà il picco

Terni, 12 novembre 2019 - L'11 novembre anche presso l'Azienda ospedaliera di Terni è partita la campagna antinfluenzale. Tutto il personale, in particolare quello medico e sanitario di assistenza, e tutti i donatori di sangue sono invitati ad effettuare la vaccinazione con l'obiettivo di contenere il contagio del virus influenzale anche negli ambienti ospedalieri, che devono assicurare la continuità dei servizi, prevenire temibili complicanze nei soggetti più vulnerabili, malati o immunodepressi e garantire, per quanto possibile, la stabilità delle scorte di sangue attraverso la continuità delle donazioni anche nei mesi invernali più critici per la diffusione epidemica del virus influenzale.

"Dall'anno scorso la vaccinazione viene offerta gratuitamente anche ai donatori di sangue - spiega il dottor Augusto Scaccetti, direttore del servizio immunotrasfusionale (Sit) di Terni – proprio per contribuire a ridurre il fisiologico calo di sangue che puntualmente si verifica nei primi mesi dell'anno, durante il picco dell'epidemia influenzale, che in passato ha richiesto anche l’attivazione del sistema di compensazione a livello regionale e nazionale".

“Ma la vaccinazione è raccomandata anche a tutto il personale sanitario di assistenza, - aggiunge il direttore sanitario Massimo De Fino – così come ai medici dipendenti (compresi gli specializzandi, i medici frequentatori, gli studenti universitari di medicina e chirurgia e di scienze infermieristiche), agli universitari convenzionati e anche al personale amministrativo e delle ditte esterne. Una raccomandazione quasi scontata – prosegue De Fino - visto che tali operatori, qualora contraessero l'influenza, diventerebbero vettori di infezione del virus nella comunità dove lavorano (reparti, ambulatori, ecc.) rischiando di contagiare soggetti già malati e vulnerabili a rischio di gravi complicanze, prime fra tutte quelle respiratorie. Inoltre, cosa da non sottovalutare, è importante prevenire la loro eventuale assenza dal lavoro per malattia proprio nel periodo in cui vi è maggiore richiesta di assistenza da parte della popolazione”.

Dove vaccinarsi. I donatori di sangue possono vaccinarsi al SIT di Terni, anche subito dopo aver effettuato la donazione, oppure dal proprio medico di famiglia con libretto o certificato che attesti che sono donatori. In Pediatria potranno essere somministrate sia le vaccinazioni per il personale di reparto sia tutte le vaccinazioni pediatriche in ambiente protetto. Per tutti gli altri operatori, fino al 13 dicembre è attivo un servizio di vaccinazione antinfluenzale interno presso la direzione medica di presidio (dalle ore 11,30 alle 13,30 e dalle 14 alle 15 dal lunedì al venerdì).

Si ricorda che la vaccinazione antinfluenzale è offerta gratuitamente alle persone sopra i 65 anni, ai donatori di sangue e ai soggetti a rischio per patologia o professione. Per ulteriori informazioni in generale ci si può rivolgere ai propri medici di famiglia.


Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information