polizia 640x405(UNWEB) Perugia. "Ad un giorno dai festeggiamenti di San Silvestro e l'arrivo del nuovo anno la Questura di Perugia redige il resoconto delle proprie attività dedicate alla prevenzione e repressione della criminalità ordinaria e l'attività sul rispetto delle normative anti Covid-19.

Il primo fatto di rilievo, già noto, è proprio quello occorso circa dieci minuti dopo lo scoccare della mezzanotte, nel quartiere di San Sisto, dove due cittadini italiani, rispettivamente di 30 e 20 anni, venivano tratti in arresto dagli Agenti della Squadra Volante per i reati di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. A seguito di una segnalazione pervenuta alla Sala Operativa della Questura che riferiva della presenza in strada di due soggetti di cui uno risultava intento a sparare in aria con una pistola, risultata poi essere una così detta replica "scaccia cani". Alla richiesta degli agenti di porgere i propri documenti di identità i due uomini li aggredivano ferocemente provocando lesioni ai due operatori che, con non poca difficoltà riuscivano a sedare gli animi ottenendo nel contempo l'ammissione di responsabilità dell'uomo che aveva effettivamente sparato con l'arma suddetta.

Nella mattinata odierna l'Autorità Giudiziaria attraverso rito direttissimo ha convalidato l'arresto.

Nella zona della Stazione Ferroviaria di Fontivegge invece, sempre nella notte del 31, personale della Polizia di Stato impegnato in un mirato servizio volto a rilevare possibili assembramenti presso locali commerciali e di pubblico spettacolo, unitamente a personale della Polizia Locale appurava la presenza di circa una ventina di persone all'interno di un locale "pub" usualmente luogo di ritrovo di giovani di etnia africana, i quali vista in lontananza la pattuglia riuscivano a dileguarsi velocemente. La Divisione Polizia Amministrativa Sociale e dell'Immigrazione della Questura di Perugia, con la collaborazione dell'Ufficio Licenze del Comune di Perugia, sta eseguendo approfonditi accertamenti finalizzati a procedere nei confronti dei titolari dell'esercizio. Nel comprensorio di Assisi, nel pomeriggio di Capodanno, personale dell'Ufficio Controllo del Territorio del Commissariato di Assisi procedeva a sanzionare per l'inosservanza alle normative anti Covid-19, 8 cittadini intenti, all'interno dell'abitazione di uno di loro, a festeggiare l'arrivo del nuovo anno.

Nella mattinata del 1° dell'anno personale dell'Ufficio Controllo del Territorio del Commissariato di Foligno interveniva a seguito della chiamata di una donna italiana di 72 anni la quale riferiva che la propria abitazione, nella nottata precedente, era stata raggiunta da un colpo di arma da fuoco. Gli accertamenti condotti dagli Operatori di Polizia giunti sul posto hanno potuto appurare la presenza di un foro su una tapparella di una finestra dell'abitazione al quale ha avuto seguito la rottura del relativo vetro e vari altri danni all'abitazione con il conseguente ritrovamento della relativa ogiva. Sono in corso gli accertamenti volti a trovare il responsabile del gesto."

Così,in una nota, la Questura di Perugia


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information