maltempoPerugia. Nei due giorni di intenso maltempo che hanno interessato l'Umbria, lunedì 17 e martedì 18 novembre, sono caduti fino a 133.2 mm di pioggia nelle aree nord orientali della regione che hanno determinato disagi e danni diffusi ma, fortunatamente, nessun danno alle persone fisiche. Le precipitazioni piovose hanno interessato suoli caratterizzati da una elevata saturazione iniziale (oltre l'80%), condizioni ideali per l'innesco di frane, smottamenti e allagamenti diffusi, soprattutto in contesti territoriali quali l'Umbria; è in corso il censimento di frane e smottamenti.

 

È quanto si rileva nel Rapporto preliminare sulle attività svolte dal Servizio Protezione Civile della Regione Umbria nei giorni 17 e 18 novembre 2014. Il Servizio regionale è stato impegnato già da venerdì 15 novembre nelle fasi di previsione e allertamento (in sinergia con il Dipartimento nazionale di Protezione Civile), e successivamente nella gestione dell'emergenza.

 

Le attività del Servizio regionale Protezione Civile hanno riguardato principalmente le fasi di previsione e allertamento nonché di gestione dell'emergenza. La Sala Operativa Unica Regionale di Protezione Civile ("Sour") ha svolto il lavoro di raccordo con le Prefetture – Uffici Territoriali del Governo e i Sindaci. La gestione del volontariato, con l'attivazione della specifica funzione, si è occupata di verificare l'attivazione delle varie organizzazioni in appoggio alle attività intraprese dai Presidi Operativi o dai Centri Operativi Comunali ("Coc"): sono state coinvolte 15 organizzazioni, per un totale di circa 60 volontari.

 

La Sala Operativa, in stretto raccordo con il Centro Funzionale Decentrato di Monitoraggio Meteo-Idrologico della Regione Umbria, si è anche occupata del monitoraggio degli effetti al suolo prodotti dalle precipitazioni, rispondere alle segnalazioni dei privati e dei Comuni che richiedevano supporto e materiali (quali sacchi per la sabbia e idrovore), raccogliere indicazioni sull'evoluzione delle piene dai presidi idraulici attivati preventivamente. Contatti sono stati tenuti anche con i fornitori di servizi essenziali, quali le società di gestione dei servizi idrici, oltre ad costante contatto con la Sala operativa dei Vigili del Fuoco per una verifica dei principali interventi in atto.

 

 

Report_preliminare_alluvione_Umbria_nov14.pdf

 


 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information