premio fondazione severi 3(ASI) Letizia Celani e Maria Pirosa si sono aggiudicate, ex aequo, con tesi riguardanti le leucemie mieloidi acute, l'edizione 2012-2013 del Premio di laurea indetto dalla Fondazione "Marino, Anna e Maria Lodovica Severi", patrocinato dalla Regione Umbria, e riservato al miglior lavoro su "neoplasie maligne nell'uomo e negli animali" di laureandi dell'Università degli Studi di Perugia.


Il premio, in denaro, è stato consegnato oggi alle vincitrici nel corso di una cerimonia, a Palazzo Donini, dalla presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, accompagnata dall'assessore regionale all'istruzione Carla Casciari. Presente anche il Prof. Emilio Bucciarelli del Consiglio di amministrazione del Premio.
Nel congratularsi con le vincitrici la presidente Marini ha ricordato che "la Fondazione Severi fu costituita nell'86 per volontà testamentaria del prof. Severi, una delle più eminenti figure dell'Ateneo perugino e preside della Facoltà di medicina dal 1958 al 1978, accademico di riferimento – ha ricordato Marini - per moltissimi medici della nostra regione. Scopo della Fondazione, retta da un Consiglio di amministrazione presieduto dalla presidente della Regione Umbria, è la conservazione dell'Archivio della Famiglia Severi messo a disposizione degli studiosi".
Le tesi di Letizia Celani, dal titolo "Studio in vivo del ruolo delle mutazioni MPMC+ e FLT3-ITD nella leucemia mieloide acuta" (relatrice Prof.ssa Laura Pasqualucci), e di Maria Pirosa, su "Identificazione delle mutazioni del gene BCOR nelle leucemie acute mieloidi e studio delle sue funzioni in vitro" (relatrice Prof.ssa Maria Paola Martelli), "sono state condotte in maniera scrupolosa, utilizzando tecniche innovative di biologia molecolare e di manipolazione genetica su aspetti particolari delle leucemie mieloidi acute – ha detto il Prof. Bucciarelli. Le due ricerche – ha aggiunto - hanno avuto un ampio riconoscimento dalla stampa specialistica internazionale, tra cui la rivista 'Blood'. I risultati di entrambi gli elaborati sono interessanti ed innovativi, poiché migliorano la comprensione della natura e della patogenesi di questo eterogeneo tipo di leucemie, oltre a costituire la premessa per lo sviluppo di possibili terapie mirate".
Letizia Celani, nata a Rieti, ha conseguito la Laurea triennale in biotecnologie e la Laurea magistrale in scienze biotecnologiche mediche. Ora svolge un dottorato di ricerca presso il laboratorio di ematologia del Prof. Brunangelo Fanucci.
Maria Pirosa, nata a Modica (RG), ha conseguito all'Università di Perugia la Laurea specialistica a ciclo unico in medicina e chirurgia. Attualmente è specializzanda in ematologia.

premio fondazione severi 3


Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information