PHOTO 2019 05 18 19 17 31(UMWEB) Spoleto. Straordinaria cornice di pubblico alla Rocca Albornoziana in occasione della presentazione del libro di Alessandra Necci su Lucrezia Borgia e Isabella d’Este. “Isabella e Lucrezia, le due cognate. Donne di potere e di corte nell’Italia del Rinascimento” è il titolo di una doppia biografia scritta dalla Necci su due delle più famose protagoniste del Rinascimento italiano che divengono cognate in virtù del terzo matrimonio di Lucrezia con Alfonso d’Este. Il libro è stato presentato oggi alla Sala Eugenio IV del Museo Nazionale del Ducato.

La serata si è aperta con i saluti istituzionali della direttrice del Museo Nazionale del Ducato Paola Mercurelli Salari - che ha tracciato un profilo storico di Lucrezia Borgia e Isabella d’Este, calato nel contesto dell’Italia dell’epoca - e dell’assessore alla cultura Ada Urbani che ha presentato l’autrice e gli ospiti e ha illustrato le caratteristiche e la natura del libro. Il Sindaco Umberto de Augustinis ha ricordato come Lucrezia Borgia, nel suo breve ma intenso rapporto con la città, abbia dimostrato ottime doti di governatrice, configurandosi come una figura positiva per Spoleto. Stefano Folli ha spiegato come il libro abbia un passo e un respiro da romanzo, costruito però sulla densità e sulla ricerca storica tipica del saggio, un genere di alta divulgazione che la formula inconsueta della doppia biografia eleva a racconto più efficace per descrivere l’epoca in cui i due personaggi sono stati protagonisti. Fausto Bertinotti ha sottolineato come l’opera offra una chiave di interpretazione di due donne e del potere in un determinato tempo storico che riesce a diventare operazione originale, offrendo, attraverso il ritratto di due donne, un saggio più generale sull’antropologia italiana. È l’Italia il tema centrale del libro ha spiegato l’autrice. Lucrezia e Isabella sono quasi l’espediente narrativo per ritrarre lo splendore e le miserie del nostro paese, un paese che, dopo le glorie dell’umanesimo, diventa territorio di conquista e di invasioni, una terra in cui il progetto paese viene ostacolato in modi drammatici, un paese straordinario, denso di geni e di personaggi di grande spessore, ma che diventa il peggior avversario di tutti quelli che vogliono portarlo in alto. Alla presentazione del libro è seguita una serie di esibizioni musicali a cura dell’Ensemble Compendium Musicum del M° Daniele Bernardini e una visita guidata dal titolo “Al Castello con gli occhi di Lucrezia”.

L’iniziativa rientrava nel ciclo di incontri interamente dedicato ai Borgia che Sistema Museo, in stretta collaborazione con la Dott.ssa Paola Mercurelli Salari, direttore della Rocca Albornoz e Museo Nazionale del Ducato – Polo museale dell’Umbria, ha organizzato in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Lucrezia.


Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information