117718101 10221091983603313 1715348773710586780 o(UNWEB) NARNI  – Oltre 30 eventi di grande livello artistico, 9 diverse location tra Narni e Terni ed oltre 100 artisti. Sono questi i numeri dell’International Festival Luci della Ribalta che festeggia quest’anno i suoi dieci anni di attività.

La serata inaugurale è in programma venerdì 14 agosto alle 21 e 30 al San Domenico - Auditorium Bortolotti. Ad aprire la rassegna ci sarà Natalino Ricciardo musicista di fama internazionale, primo corno dell’Orchestra del Teatro Regio di Torino. Il Maestro accompagnato dalla pianista Nadia Parazzoli offrirà un concerto che porterà lo spettatore tra i colori di questo affascinante strumento e tra le note di grandissimi compositori che hanno segnato la storia della musica. Vedremo eseguire brani di R. Wagner, R. Gliere, F. Strauss, W.A. Mozart, A. Piazzolla, C. Saint Saens ed E. Morricone. Si tratta quindi di un concerto a cavallo tra il classicismo, romanticismo, moderno, tango e colonne sonore in cui grazie alla classe del M° Ricciardo, sarà possibile godere di tutte le sfaccettature timbriche del corno e del suo potenziale espressivo. È un’occasione rara per ascoltare uno dei musicisti di spicco del panorama musicale.

C’è invece una variazione nel programma generale del Festival per il 16 agosto. Ci sarebbe dovuta essere una serata di improvvisazione musicale al tramonto al Pianoro di Sant’Erasmo di Cesi, che per motivi di sicurezza avrà luogo alla Rocca Albornoz di Narni. Tutti gli eventi del Festival saranno ad ingresso gratuito con obbligo di prenotazione attraverso la mail e il telefono dell’associazione.

Il festival si svolgerà a Narni e Terni dal 14 al 27 agosto. La manifestazione organizzata dall’Associazione Mozart Italia sede di Terni, in collaborazione con il Comune di Narni e con il contributo della Fondazione Carit. “E’ arrivata alla decima edizione ed è ormai un punto fisso per gli abitanti della zona e per i turisti – la presidente e direttrice artistica Anais Lee - l’impegno preso 10 anni fa dall’Associazione con la città di Narni viene sempre mantenuto, anche in un anno pieno di difficoltà come questo. Il Festival non delude gli spettatori neanche questa volta – sottolinea la Lee – e propone un cartellone pieno di qualità, novità e sorprese”.

Testimone di questo traguardo che viene sempre raggiunto, secondo la direttrice artistica, è la varietà degli spettatori. “A partecipare – dice infatti - non sono solo musicisti e amanti di musica classica, ma anche turisti in vacanza e persone di zona che risiedono nei comuni limitrofi. Già Narni si sta riempiendo di artisti che a differenza degli scorsi anni, per ovvi motivi, saranno principalmente italiani, e vivacizzeranno il centro storico per le prossime settimane”, sottolinea sempre Anais Lee che conclude notando che “fino al termine del festival è registrato il sold out per gli alberghi della cittadina”.


 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information