chefdiabeteIl 28 novembre la consegna degli attestati ai primi 15 ristoratori eugubin. Si punta alla replicabilità in altre realtà umbre e nazionali

(ASI) Perugia   Un progetto pilota, "Cucina e salute", che diventa brand e che può essere replicato in altri comprensori umbri e sul territorio nazionale. Questo l'obiettivo di "Chef for diabetic food", nato dalla collaborazione fra Università dei Sapori e l'Associazione dei Diabetici Eugubini (ADE Onlus), con l'obiettivo di sensibilizzare operatori di settore e persone con Diabete di Tipo 2, sull'importanza della prevenzione e la corretta gestione di questa patologia con particolare riferimento allo stile di vita e all'alimentazione.

Sotto la guida dello chef Luca Fabbri, esperto in cucina e salute, e della nutrizionista Valentina Di Tomaso, quindici ristoratori eugubini, aderenti al progetto e all'iter formativo previsto, si sono messi alla prova nella preparazione di ricette tradizionali locali rispettose degli standard nutrizionali raccomandati alle persone con diabete. Da questo primo esperimento ne è nato un brand vero e proprio ""Chef for diabetic food", caratterizzato dalla forchetta con il sorriso, che esprime anche nel logo quello che era un altro asset fondamentale del progetto: far veicolare il messaggio che il cibo ed il mangiare è e deve rimanere un momento di condivisione, gratificazione e piacere anche per chi è affetto da diabete e che perciò un piatto può risultare gustoso ed accattivante pur seguendo tutti i principi di una sana e corretta alimentazione. Il logo sarà visibile in tutti i ristoranti che hanno aderito al progetto e che prevedono perciò un menù dedicato ai diabetici. Gli stessi ristoranti saranno poi rintracciabili mediante specifica mappa. "Il progetto – dichiara Maurizio Beccafichi Coordinatore dell'Università dei Sapori – è aperto anche ad altri operatori del territorio eugubino ed è replicabile in altre realtà territoriali. Siamo convinti – prosegue Beccafichi – che Chef for Diabetic Food sia un'esperienza importante per il territorio eugubino che può contribuire ad attrarre un sempre maggiore numero di visitatori e che mira a non distogliere nelle persone diabetiche l'interesse per i viaggi ed un pranzo organizzato al di fuori delle mura domestiche; la voglia di ricercare una cucina di qualità, gustosa, ma attenta agli ingredienti utilizzati, agli zuccheri, al sale e alla loro giusta combinazione per una dieta equilibrata, ma appetitosa e invitante. I ristoratori che vogliono conseguire l'attestato di 'Chef for diabetic food', fa sapere Beccafichi, possono contattare l'Università dei Sapori da sempre promotrice di progetti legati ad una sana e corretta alimentazione, anche in sinergia con molte associazioni del territorio". Il progetto sarà presentato venerdì 28 novembre, dalle ore 16.00, a Gubbio, nella sala trecentesca del Comune nell'ambito del convegno su "Stili di vita ed alimentazione nelle malattie metaboliche ed oncologiche".


 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information