confindustria(UNWEB) La tappa di oggi, organizzata in collaborazione con Confindustria Umbria, è il nono appuntamento di un percorso che ha già toccato la Campania, il Veneto, l'Emilia Romagna, il Piemonte, il Friuli Venezia Giulia, il Lazio, la Sicilia e la Lombardia

All'incontro umbro, a porte chiuse, hanno partecipato banche ed alcune grandi aziende che hanno attivato lo strumento Garanzia Italia di SACE

Perugia, 17 settembre. Un confronto per un'auspicata ripartenza economica e le soluzioni che sono già disponibili per aziende e banche. Questi i principali temi al centro della nuova iniziativa, lanciata recentemente da SACE in collaborazione con le associazioni confindustriali regionali, che riunisce oggi in un webinar i Direttori Territoriali delle banche attive nella regione e i rappresentanti di Confindustria Umbria.

L'obiettivo è condividere le reciproche esperienze e individuare soluzioni concrete per far fronte al momento complesso che stanno affrontando le aziende e le loro filiere a causa degli impatti negativi del Covid-19 sulle attività economiche della regione.

Oltre a ciò, SACE presenta ai partecipanti i benefici di Garanzia Italia, lo strumento messo in campo con il Decreto "Liquidità" per sostenere le imprese italiane colpite dall'emergenza Covid-19.

"Questa iniziativa – ha dichiarato Mario Bruni, Responsabile Mid Corporate di SACE – vuole permettere il confronto fra SACE, aziende, banche e istituzioni dell'Umbria per orientare i nostri sforzi e i nostri futuri interventi verso il raggiungimento di un obiettivo comune, la pronta ripartenza dell'economia del territorio. Con Garanzia Italia le imprese umbre possono beneficiare di uno strumento efficace per superare le complessità di questo momento e poter guardare al futuro con maggiore ottimismo. Siamo, inoltre, sempre pronti a sostenere le aziende umbre non solo sul mercato domestico, ma anche nella loro attività sui mercati internazionali, per continuare a fare dell'export uno dei principali driver di crescita dell'economia del Paese".

"Abbiamo aderito volentieri all'invito di SACE - ha sottolineato Silvio Pascolini, Consigliere Delegato al Credito di Confindustria Umbria - sia per condividere i risultati fino ad oggi raggiunti dallo strumento Garanzia Italia a favore delle imprese più grandi, sia soprattutto per avviare un confronto costruttivo sugli strumenti di cui ci sarà bisogno al termine di questa fase emergenziale. Il Governo ha previsto per SACE ingenti risorse finanziarie e nuove modalità di intervento a sostegno del sistema produttivo del Paese. Sul piano finanziario, sarà infatti determinante farci trovare preparati con la nuova strumentazione per affrontare la ripresa con la necessaria efficacia".


 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information