TracchegianiAperturaCampagnaElettorale-9(ASI) Lettere in redazione. L'Umbria, stando agli ultimi dati delle prefetture, dovrebbe accogliere più di 1000 profughi.

Ad oggi sono attualmente 756 in Umbria suddivisi tra I 17 comuni della provincia di Perugia e I 6 di quella di Terni. Lo scenario internazionale ci impone una profonda riflessione sull'eventuale accoglienza di cui i nostri territori devono farsi carico, con l'auspicio che gli arrivi siano distribuiti tra i Comuni in modo equo e sostenibile. "L'Umbria non possiede più mezzi per accogliere nessuno – dichiara Aldo Tracchegiani (FI), candidato al consiglio regionale dell'Umbria – basta con inutili buonismi e pensiamo alla tutela ed alla sicurezza dei nostri cittadini. Si verificano infatti - continua Tracchegiani – fenomeni di "clientelismo" per le cooperative che speculano su persone disperate ma non tutte in fuga da guerre, è bene precisarlo, e il tutto fa capo a veri e propri "mercanti di morte" che obbligano chi è in fuga, soprattutto dai paesi del nord Africa, a pagare per attraversare il Mediterraneo, somme di denaro altissime ai trafficanti senza sapere se e come arriveranno. Lo scandalo è scoppiato con il caso di "Mafia Capitale" che ha messo in subbuglio anche il resto d'Italia ma i cittadini italiani e unmbri in particolare, a giusta ragione, non vogliono più saperne e chiedono interventi urgenti e severi: basta sapere che in Umbria, gente disperata comincia a chiedere le elemosine davanti ai bar sin dalle sette del mattino e si tratta di reato. Quindi, come ho già avuto modo di sottolineare – conclude Tracchegiani - basta con il "buonismo peloso" e tuteliamo i nostri cittadini che vivono ormai in un costante incubo sia di giorno che di notte. Da parte mia ci sarà massimo impegno affinché la giunta regionale, se entrerò a farne parte, vada ad intervenire drasticamente su questo fenomeno ormai fuori controllo."


Tv ASI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information