(ASI) Perugia– Ammontano a quasi 6 milioni di euro gli stanziamenti complessivi per il finanziamento delle domande di contributi presentate alla Regione Umbria dalle aziende agricole umbre danneggiate dagli eventi alluvionali e meteorologici che hanno interessato vaste zone del territorio regionale nel novembre 2012, nel novembre 2013 e nel febbraio 2014, in particolare l'Orvietano, il Marscianese, il Tuderte e l'Altotevere. È quanto sottolinea l'assessore regionale all'Agricoltura, Fernanda Cecchini, rendendo noto che, su sua proposta, la Giunta regionale dell'Umbria ha approvato le disposizioni che consentiranno il completo finanziamento delle richieste ritenute ammissibili e l'erogazione degli aiuti, a valere sulla misura 126 del Programma di sviluppo rurale 2007/2013 per il "ripristino del potenziale agricolo danneggiato da calamità naturali".


"Con questa misura – rileva – si dà una mano alle imprese agricole danneggiate, favorendo non solo la ripresa economica poiché esse svolgono un ruolo determinante anche per il presidio del territorio, contribuendo alla salvaguardia del patrimonio rurale e paesaggistico locale. Alla scadenza del bando a sostegno degli interventi per la ripresa dell'attività produttiva – ricorda l'assessore - sono arrivate 126 richieste, per un totale di danni di quasi 9 milioni di euro. Gli uffici dell'Assessorato hanno lavorato celermente all'istruttoria delle domande e la graduatoria è stata pubblicata a fine dicembre. Per finanziare tutte le domande valide, è emersa la necessità di ulteriori 2 milioni e mezzo di euro rispetto alla disponibilità finanziaria iniziale".
"Il nostro obiettivo – aggiunge l'assessore Cecchini – è quello di favorire al massimo il ripristino e la ricostruzione delle attività agricole che hanno subìto danni, anche di grave entità, a causa di alluvioni e piogge eccezionali. Per questo, per garantire l'erogazione degli aiuti in tempi brevi e certi, ci siamo avvalsi delle opportunità che offrono i regolamenti comunitari in questa fase di transizione fra il vecchio e il nuovo Programma di sviluppo rurale sia per quanto riguarda l'incremento dell'assegnazione finanziaria della misura 126 sia per i termini di rendicontazione degli interventi".
"Con questo provvedimento – conclude – favoriamo anche il pieno utilizzo dei fondi comunitari impegnati nel periodo di programmazione 2007/2013 per la misura 126 del Programma di sviluppo rurale, a conferma dell'efficacia del nostro lavoro e della capacità di spesa che ci hanno consentito di aumentare significativamente le risorse complessive per il nuovo Psr".


 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information