palestra norcia 1 (UMWEB) – Norcia - “Sono felice di presenziare alla cerimonia di oggi perché ricostruire la palestra scolastica significa restituire a questa comunità un diritto all’educazione fisica che è parte integrante della formazione dei nostri ragazzi”: lo ha detto il presidente della Regione Umbria, che stamani è intervenuto insieme ad altri rappresentanti delle istituzioni e al presidente del Coni, Giovanni Malagò, alla cerimonia di inaugurazione della palestra scolastica dell’istituto De Gasperi-Battaglia di Norcia riqualificata grazie a un progetto promosso e realizzato da CONI e Lottomatica.

A margine dell’iniziativa, il presidente della Regione ha voluto ringraziare per l’invito il presidente regionale del CONI, Domenico Ignozza, e il presidente Malagò “per aver seguito le sorti dello sport umbro con attenzione e una presenza costante, non facendo mai mancare il suo apporto e la sua vicinanza alla nostra terra nei giorni successivi al sisma del 2016 e che si è sostanziata in tante iniziative dedicate alla promozione dell’Umbria come terra di sport”.

Il presidente ha quindi ricordato che “come Regione abbiamo continuato ad investire nell’impiantistica sportiva pubblica, e recentemente lo abbiamo fatto con un occhio rivolto proprio all’adeguamento e alla sicurezza delle palestre annesse alle strutture scolastiche destinando, pochi mesi fa, oltre 400 mila euro a quei Comuni che hanno deciso di investire in progetti di riqualificazione puntando in particolare alle palestre delle scuole. Parliamo di oltre 20 scuole che hanno potuto adeguare e migliorare i propri impianti, migliorando la vita delle loro comunità. Sulle palestre e sulla pratica sportiva – ha aggiunto -abbiamo inoltre, fatto un grande lavoro che ha portato la nostra Regione ad essere una delle prime ad avere una legge sulle cosiddette Palestre della Salute”.

“Questa e altre iniziative – ha concluso – hanno posizionato l’Umbria tra le Regioni all’avanguardia su questi temi. Stiamo lavorando perché lo possiamo essere ancora, e soprattutto, sui temi della ricostruzione che sconta, purtroppo, lentezze, farraginosità e lungaggini che devono essere superate, per evitare il rischio dello spopolamento di queste magnifiche zone. Questo è l’impegno che la Regione ha assunto con queste comunità dopo il sisma del 2016 e che vogliamo mantenere promuovendo tutte le azioni possibili di nostra competenza e lavorando in sinergia con tutte le istituzioni”.


Tv ASI

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa.

  
EU Cookie Directive Module Information